Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Cairo Montenotte, in provincia di Savona, è il centro principale della val Bormida attorno al quale gravita una popolazione di circa 30.000 persone. È il comune più popolato della Liguria tra quelli senza sbocco al mare. Nel 2007 per questo è cominciato un percorso di lavoro congiunto dei Comuni della valle mediante la stesura del cosiddetto Piano strategico della città delle Bormide. Eppure ... ai buoni propositi non sembra siano seguiti i fatti, in questo caso per quanto attiene il comparto sanitario. Come denunciato dalla Confederazione Unitaria di base di Savona infatti è in corso un depauperamento progressivo del servizio sanitario pubblico.
E' di ieri il comunicato stampa diramato della Cub savonese:
"Oggi, 30 Giugno 2022, alla presenza delle alte cariche istituzionali comunali, regionali e dell’ASL2 Savonese, si compie un altro passo irreversibile nel cammino del depotenziamento del presidio ospedaliero della Valbormida.
Noi Tutti, non Toti o altri presidenti di Regione suoi predecessori, ne pagheremo il prezzo. Cittadini, personale, Utenti.
Un altro presidio sanitario collettivo, un altro servizio pubblico viene definitivamente spinto verso una ‘provvidenziale’ privatizzazione.
Il lungo processo di ‘asfissia controllata’ del presidio Cairese, in atto ormai da più di un ventennio, è stato portato avanti convintamente, uniformemente e indistintamente da schieramenti e forze politiche che in modo artefatto e falso si dichiarano alternativi l’uno all’altro e si sono avvicendati alla guida di Comuni, Provincia e Regione. In realtà hanno suonato tutti all’unisono il de profundis di questo, come di altri servizi pubblici e del servizio sanitario pubblico e universale. Nei fatti oggi si inaugura un ulteriore taglio di una struttura indispensabile per la Valbormida e tutto il comprensorio provinciale. Tutto ciò avviene attingendo dai fondi del PNRR con le sue condizioni capestro che sanciranno l’abbandono da parte dello Stato di qualsiasi settore pubblico che possa, in qualche modo, essere consegnato al privato e alla logica del massimo profitto perseguibile.
Oggi al danno della declassificazione del presidio Cairese si aggiunge la beffa che tutto ciò viene effettuato con un'inaugurazione in pompa magna, L’INAUGURAZIONE DI UN ENNESIMO TAGLIO!!
NON DITE CHE NON CI SONO RISORSE PER MANTENERE EFFICIENTE QUESTO PRESIDIO OSPEDALIERO. MANCA LA VOLONTÀ POLITICA DI MANTENERLO EFFICIENTE E OPERANTE. CHIUDERE CON LE SPESE MILITARI E DI GUERRA, PER GARANTIRE PIÙ SANITÀ PUBBLICA, MENO PRECARIATO, MIGLIORI CONTRATTI DI LAVORO, sono i capisaldi delle politiche di rilancio della sanità e dei servizi pubblici locali per fermare la vostra barbarie sociale".

Confederazione Unitaria di Base Savona, Via Crispi 18/r tel. 0192051292
www.cub.it - e mail cub.nazionale@tiscali.it
Nuova Sede CUB Valbormida Via Garibaldi 54, Carcare

Articolo_IVG_Ospedale-comunità-Toti-contestato-a-Cairo

Servizio TG3 Liguria_1_luglio_2022