Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

COMUNICATO STAMPA

Lo scorso 6 luglio si è tenuto davanti al Prefetto di Vicenza l'incontro di conciliazione, come previsto dalla normativa nazionale prima di ogni forma di sciopero o protesta. Le richieste che come CUB abbiamo illustrato sono: l’immediato pagamento del lavoro straordinario arretrato degli ultimi due anni a tutto il personale dipendente e il ripristino di una corretta modalità di liquidazione dell'orario straordinario che abbia una cadenza mensile, vincolando la direzione al rispetto delle norme contrattuali.

La direzione presente all'incontro, dott.ssa Michela Conte Direttore Amministrativo e il dott. Cristiano Galizian Direttore Risorse Umane, non hanno risposto alle due domande, in particolare hanno demandato la soluzione del "problema" pagamento dell'orario straordinario a un fantomatico accordo che, abbiamo appreso oggi, non è stato siglato dalla RSU - Rappresentanza Sindacale Unitaria - dell'Ulss 7 Pedemontana.

 

La RSU è organismo sindacale elettivo e rappresenta i lavoratori al tavolo di trattativa attraverso i delegati eletti; è quindi la rappresentanza sindacale per eccellenza e gli accordi senza la firma della RSU non sono validi. Tra le altre, per liquidare lo straordinario arretrato non serve alcun accordo perché il tutto è già disciplinato dal contratto nazionale di lavoro. L'orario straordinario è di fatto un credito esigibile.

Il dubbio legittimo è che non vi siano risorse disponibili per il pagamento: ecco che allora la questione andrebbe risolta politicamente attraverso uno stanziamento di Bilancio che chiuda questa partita incresciosa che purtroppo contraddistingue in peggio solo la Ulss 7 Pedemontana, rispetto a tutte le altre Ulss del Veneto.

Due anni di straordinari non pagati sono una vergogna per chi gestisce tale faccenda quasi come fosse una gentile concessione rivolta ai lavoratori dipendenti! Nessun accordo peggiorativo rispetto alla normativa nazionale deve essere firmato perché sarebbe illegittimo: lo straordinario da contratto può essere recuperato entro i quattro mesi successivi lo svolgimento e solo se il lavoratore lo richiede, diversamente deve essere subito liquidato.

 

Per tali motivi la CUB ha proclamato lo sciopero dell'orario straordinario per tutto il personale dipendente, in rispetto dei periodi di franchigia (durante il mese di agosto è vietato scioperare) quindi ci si dovrà astenere dal lavoro straordinario dal 18 luglio al 31 luglio 2022 e dal 1 settembre al 16 settembre 2022. Lo sciopero copre 30 giorni di calendario e potrà essere rinnovato di mese in mese, finchè lo straordinario 2020 e 2021 non sarà liquidato fino all'ultimo centesimo.

 


Maria Teresa Turetta CUB Vicenza,

Lucio Basso delegato CUB Ulss 7 Pedemontana cell. 334.3234544


In allegato la proclamazione dello sciopero dell'orario straordinario trasmessa alla Direzione Ulss 7, al Prefetto e alla commissione di Garanzia: 
ULss 7 Proclamazione sciopero straordinario luglio 2022