Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
Anche Toscana Aeroporti dovrà rendere conto del suo operato

Comunicato stampa Cub appalti scalo Galilei


"Per chiunque ragioni in termini di immagine quanto accaduto ai turisti inglesi, e riportato sulla stampa locale, non sarà uno spot pubblicitario per il turismo a Pisa.
E poiché viviamo nell'epoca dei social, dopo decine di minuti in un tunnel con elevate temperature, lontano da bagni e rifornimenti di acqua minerale, i turisti hanno inondato il web di vibrate proteste ricevendo solo dopo un'ora la notizia dell'annullamento del volo Pisa-Manchester in partenza dallo scalo pisano. 
L'odissea dei turisti inglesi riporta alla luce quanto denunciato da mesi dai sindacati ossia la mancata assunzione di personale a tempo determinato per la stagione estiva da parte di TA e Tha, almeno in numero adeguato alle necessità.
Il personale degli appalti poi evidenzia altre criticità legate al mancato rinnovamento del parco macchine e condizioni di lavoro sempre meno sostenibili.
Ma non si dice che con il nuovo Regolamento Enac, a fine ottobre, scadrà l'appalto a Cft senza possibilità di rinnovo e oltre 100 dipendenti dovranno essere reinternalizzati, di sicuro quelli che operano nell'Handling (per gli altri un'esternalizzazione al ribasso?) un argomento che ad oggi è semplicemente ignorato da TA che invece dovrebbe fornire risposte alle 100 famiglie interessate e anche nell'interesse degli scali pisani e fiorentini che da 20 anni si reggono anche sulla forza lavoro in appalto.
Anche dal punto di vista gestionale, nello scalo pisano la presenza dei lavoratori degli appalti è insostituibile, per questo è inaudito, e incomprensibile, il silenzio davanti al nuovo Regolamento Enac per il quale le attività legate all'Handling dovranno essere gestite direttamente dalle due società che operano nel settore, ad oggi Consulta e THA.

La mobilitazione, se oggi investe il personale di compagnie aeree e di TA e THA, ben presto riguarderà anche il mondo degli appalti: Ai silenzi di Toscana Aeroporti risponderemo con la lotta, per reinternalizzare in TA (Toscana Aeroporti) tutti i dipendenti oggi in forza CFT."

Cub Pisa