Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Il 30 giugno la Corte d'Appello di Genova ha confermato quanto stabilito in primo grado dal giudice del Lavoro del Tribunale di Savona in base alla quale soccombente era stata una nota cooperativa dell'astigiano, nel caso specifico operante a Pontinvrea, precedentemente citata in giudizio da un lavoratore che si era visto applicare, ben al di là del dettato contrattuale, la normativa delle cosiddette 'notti passive', quando cioè agli operatori di turno nelle strutture residenziali in orario notturno viene richiesta la reperibilità con obbligo di residenza nella struttura. In tal caso, e per un periodo non superiore mensilmente a dieci giorni, al lavoratore viene corrisposta un'indennità lorda giornaliera di 5,16 euro (art. 57 CCNL cooperative servizi sociali ed educativi). 

Prosegui con la lettura del comunicato stampa della Cub LiguriaComunicato-stampa-sulle-notti-passive-CUB-Liguria.pdf