Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

L'ormai ex premier, ma che tuttora procede con il lavoro iniziato, insiste con la pretesa di privatizzare ciò che resta di Alitalia, pur di ultimare il progetto di liquidazione della Compagnia di Bandiera italiana, non sentendosi soddisfatto di averla ridotta, seminando disoccupazione e precarietà, a un simulacro di sè stessa e di aver smembrato le attività di handling e, presto, di manutenzione.

Il Premier uscente, forzando anche i limiti dei suoi poteri dopo lo scioglimento delle Camere, vuole archiviare qualsiasi ipotesi di ricostruzione di una vera Compagnia di Bandiera al servizio del nostro Paese, a vocazione turistica e con oltre 60 mln di abitanti: un danno immenso alla collettività, ai contribuenti, ai lavoratori ed un favore enorme alla concorrenza.

Leggi il comunicato completoDraghi-punta-privatizzare-ITA.pdf