1 MAGGIO/ CONCLUSO CORTEO DI MILANO, IN 120 MILA PER ORGANIZZATORI - La manifestazione si trasforma in concerto. Cub: Grande successo. Milano, 1 mag. (Apcom) - Si è concluso a piazza Castello in un clima di festa e senza incidenti, per trasformarsi una kermesse di musica, il lungo corteo "Mayday parade" che ha sfilato oggi pomeriggio per la vie di Milano. Vi hanno partecipato, secondo la Confederazione unitaria di base, oltre 120.000 persone.

"È andata benissimo, al di là delle aspettative - dichiara alla fine del corteo uno dei coordinatori nazionali della Confederazione unitaria di Base, Piergiorgio Tiboni - Il fatto nuovo ed importante è che sono apparsi ragazzi al di sotto dei 20 anni.

E questa manifestazione continua ad essere la principale, anzi l'unica vera manifestazione del primo maggio. È vera - sostiene - perché attualizza i motivi per cui il lavoratori hanno cominiciato le lotte il primo di maggio cento e passa anni fa".

SecondoTiboni, la presenza dei giovani è un la novità su cui "lavorare per costruire un'unità fra operai e studenti, in modo da arrivare all'autunno per condurre una battaglia sempre più ampia per far sparire il lavoro precario e garantire il reddito a chi il lavoro non ce l'ha o l'ha perso".

Il corteo, sorvegliato discretamente dalle forze dell'ordine, si è svolto in un clima di festa e goliardia: unici momenti di contestazione si sono registrati nella centralissima piazza Cordusio, davanti al gazebo elettorale del vicesindaco di Milano e candidato di An per le elezioni comunali Riccardo De Corato.

All'indirizzo del presidio, all'interno del quale c'èera l'altra candidata di An alle comunali, e moglie del vicesindaco, Silvia Ferretto, sono giunti fischi e insulti da alcuni spezzoni del corteo, che si sono comunque mantenuti ad una certa distanza dai cordoni di carabinieri di guardia attorno alla tenda. Verso la fine del serpentone un gruppetto di una quindicina di persone, ha intonato lo slogan "10,100,1000 Nasiriya", ma nessuno degli altri partecipanti si è unito al coro.

Dai manifestanti del coloratissimo corteo, aperto dal camion dei lavoratori autorganizzati del teatro alla Scala, che ha percorso le vie del centro diffondendo "Il barbiere di Siviglia" di Rossini e altre opere, sono stati distribuiti "kit di sopravvivenza", con giochi da tavolo, come il PrecariOca, una sorta di rivisitazione del gioco dell'Oca, ovvero le 90 fatiche dell'Imbattibile Teatrix: "Per due o più giocatori, meglio precari per il buon andamento del gioco. Per giocare -  si legge sulle istruzioni -ti serve un dado...

Trovalo tu!, sei precario, quindi pieno di risorse". Sullo stesso tenore, un misto di ironia e denuncia, gli altri kit distribuiti ai passanti, come l'album di "Supereoici e Supereoriche per resistere alla precarietà", con tanto di figurine per completarlo: "Uomo invisibile, Robin book, Ricercatoro seduto, Godafone Flash, San Precario  Spider Mom e tanti altri".

Tra gli altri gadget consegnati, nella parte di corteo compresa tra il "Veliero ciclico, un mezzo impossibile per una mobilità sostenibile" e il "Precarity Rishow", il kit dell'"AltraMobilità", che contiene una mascherina "per difendere i polmoni", adesivi e un biglietto fac simile dell'Atm di Milano con su scritto: "Falsi biglietti per un'altra mobilità? Periferia in periferia", e l'invito: "Diffondi, copia, utilizza".

mayday 06
FaceBook