Piazza Duomo Sera

  pomeriggio

Lottomarzo Piazza Affari Mattino 


Milano, 7 marzo 2021 – Un otto marzo che si trasforma in “#LottoMarzo”. Domani anche la CUB sarà nelle piazza italiane per una “non-festa”: “99 mila donne hanno perso il lavoro su 101 mila licenziamenti. Credete che ci sia davvero qualcosa da festeggiare l'8 marzo? - denuncia CUB Immigrazione – Noi non ci stiamo. Abbiamo perso il lavoro, la dignità e la vita. Quindi l’8 marzo è un giorno di lotta e di sciopero. Scenderemo in piazza insieme alle lavoratrici, le disoccupate e insieme a tutte le donne impegnate a difendere tutti i diritti”.


Molti gli appuntamenti dello “SCIOPERO GLOBALE TRANSFEMMINISTA CONTRO LA VIOLENZA MASCHILE SULLE DONNE E DI GENERE”

MILANO

- H 10-14: "PIAZZA DELLO SCIOPERO", piazza Affari (cerchi di discussione e cura collettiva)
- H 16:00 "bike strike", pedalata fuxia da piazza Cairoli verso la manifestazione cittadina
- H 18-21: MANIFESTAZIONE IN PIAZZA DUOMO

ROMA

- H 10:30 Flash mob davanti al Ministero Economia e Finanze, via XX settembre. 97
- H 17:00 Presidio in Piazza Esquilino

TORINO

- H 7:00 Picchetto davanti ai cancelli della cooperativa Helios (in via Santi Ferdinando a Nichelino). In allegato un un documento in cui si riassume la vicenda.

- Dalle H 10:00 Presidio in Piazza Castello

 

Uno SCIOPERO GENERALE per:

- La TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA delle lavoratrici e dei lavoratori
- La PROROGA DELLA MORATORIA SUI LICENZIAMENTI
- La SALVAGUARDIA DEI DIRITTI NEL LAVORO AGILE
- Un WELFARE PUBBLICO ED UNIVERSALE che restituisca dignità
- Una PENSIONE DIGNITOSA a 60 anni di età
- Il DIRITTO AL LAVORO, A SALARI E CARRIERE SENZA DISCRIMINAZIONI

Una MOBILITAZIONE contro:
- LE POLITICHE DI AUSTERITY
- LA FORMA DI CONTROLLO classista
- CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

 

PROGRAMMA DETTAGLIATO MILANO 8 MARZO

1) MATTINA, "PIAZZA DELLO SCIOPERO", DALLE 10 ALLE 14 IN PIAZZA AFFARI
H.10-12: Cerchi di discussione e cura (gestiti dai gruppi di lavoro tematici)
- salute
- reddito e lavoro
- scuola e formazione
- fuoriuscita dalla violenza
Spazio bimb* (a cura di Priorità alla scuola)
- lettura della storia "Mary si veste come le pare"
- disegno e collage: "Io mi vesto come mi pare!"


H.12-13: Cerchio collettivo: restituzione delle discussioni tematiche
H.13: Flash Mob

2)POMERIGGIO,"bike strike", ORE 16 in CAIROLI
pedalata da piazza Cairoli verso la manifestazione cittadina

3) SERA, PRESIDIO IN PIAZZA DUOMO DALLE 18 ALLE 21
Verrà allestito un palco in Piazza duomo. Come CUB IMMIGRAZIONE-Colf&badanti e CUB DONNE milano, abbiamo "prenotato" 5 interventi dal palco che verranno fatti da Margherita (cub sanità), Natali e Gisella (Colf&badanti), Yessica (Cub immigrazione) e un'altra lavoratrice ancora da identificare.

Ci saranno anche performance teatrali, musicali, sportive ecc...

Noi abbiamo investito le nostre forze nell'appuntamento serale. Chiaramente parteciperemo a tutta la giornata di sciopero, ma stiamo organizzando assieme alle lavoratrici e ai lavoratori un ingresso scenografico in piazza. Chiediamo pertanto la partecipazione di tutti e tutte al presidio in piazza duomo, oltre che la condivisione sui vostri canali social delle iniziative ancora in programma.

In allegato trovate il volantino con le nostre rivendicazioni, qui sotto l'evento dello sciopero fatto da CUB (si prega massima condivisione sui vostri canali),

https://www.facebook.com/events/1701796376695207/

 

13 marzo assemblea telematica

 

CI VEDIAMO IN PIAZZA!


- CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE
- CONTRO LE POLITICHE DI AUSTERITY
- Per il DIRITTO AL LAVORO, A SALARI E CARRIERE SENZA DISCRIMINAZIONI
- Per una PENSIONE DIGNITOSA a 60 anni di età
- Per un WELFARE PUBBLICO ED UNIVERSALE che restituisca dignità
- Per la SALVAGUARDIA DEI DIRITTI NEL LAVORO AGILE
- Per la PROROGA DELLA MORATORIA SUI LICENZIAMENTI
- Per la TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA delle lavoratrici e dei lavoratori

CUB – Confederazione Unitaria di Base PROCLAMA PER L’8 MARZO UN’INTERA GIORNATA DI SCIOPERO GENERALE DI TUTTE LE CATEGORIE PUBBLICHE E PRIVATE, con le seguenti motivazioni:


- CONTRO LA FORMA DI CONTROLLO classista e familista riproposto dalla struttura del reddito di cittadinanza.
- CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE
- CONTRO LE POLITICHE DI AUSTERITY che impoveriscono i lavoratori e discriminano donne e immigrati
- Per il DIRITTO AL LAVORO, A SALARI E CARRIERE SENZA DISCRIMINAZIONI, soprattutto per le donne, attraverso la riduzione dell’orario di lavoro, con aumento di salario e la stabilizzazione dei contratti
- Per una PENSIONE DIGNITOSA a 60 anni di età o, in alternativa, 35 anni di contributi per tutte e tutti, senza decurtazioni che di fatto discriminano i redditi bassi e le donne
- Per un WELFARE PUBBLICO ED UNIVERSALE CHE RESTITUISCA DIGNITÀ a tutti e soprattutto alle donne, liberandole dal ricatto della gestione della famiglia
- Per la SALVAGUARDIA DEI DIRITTI NEL LAVORO AGILE: privo di regolamentazione, il lavoro presso il domicilio ha rappresentato solo intensificazione dei ritmi di lavoro, senza veri vantaggi sulla conciliazione dei tempi

- Per la PROROGA DELLA MORATORIA SUI LICENZIAMENTI: oltre il 70% dei posti di lavoro persi nell’ultimo anno erano occupati da donne - Per la TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI, nell’anno in cui la pandemia ha aumentato gli infortuni delle donne e mostrato la vulnerabilità di un sistema sanitario e sociosanitario, in cui il taglio dei costi è stato perpetrato negli ultimi anni


Confederazione Unitaria di Base
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cub.it

Scarica comunicato pdf

FaceBook