Oggetto della commissione trasparenza di questa mattina, alla presenza dell'Assessora Casa Valentina Vivarelli, è stato il contributo affitto Covid e il destino delle famiglie del buono casa.

Avremmo voluto riportare informazioni esaurienti, data la mancanza da parte dell'Assessorato, al contrario dobbiamo sottolineare ancora il fallimento delle politiche abitative della città di Roma.

CONTRIBUTO AFFITTO - L'Assessora aveva promesso che i cittadini avrebbero ricevuto il contributo a giugno: si era dimenticata di specificare l'anno. Non parlavano del 2020 , ma del 2021!

Le nostre previsioni sono giustificate dal ritmo di lavorazione delle pratiche. A sconfortarci sono i dati provvisori delle domande istruite per il sostegno affitto covid. Delle 49 mila istanze pervenute, solo 15 mila sono state istruite di cui 8300 escluse e 1500 erogate. Un dato, quello dell'esclusione che ci spaventa perché come ha spiegato il Direttore delle Politiche Abitative Stefano Donati include anche quelle in cui l'inquilino avrebbe avuto diritto e però mancante di firma, documento o autocertificazione. A essere erogate sono state sinora 1200 domande, 950 liquidate a cui dovrebbero fare seguito 1500 la prossima settimana. Dopo 45 giorni di ritardo per la pubblicazione del bando uscito il 18 maggio e a distanza di 5 mesi, circa il 70% delle domande non sono state neppure aperte.

Come Unione Inquilini abbiamo denunciato la mancanza di comunicazione all'utenza impossibilitata a ottenere la più basica informazione, richiamando l'Assessora al rispetto dei cittadini romani proprio per l'importanza che riveste la casa per i tanti che oggi rischiano di perderla a causa di una crisi economica senza precedenti.

BUONO CASA - Ma nulla scuote alla responsabilità, infatti ci è stata purtroppo confermata la mancata volontà politica di prorogare il buono casa alle famiglie che fidandosi del Comune erano uscite dai residence che paradossalmente rimangono in funzione in spregio alle promesse elettorali, in spregio alle tasche dei contribuenti e alle delibere comunali.

GRADUATORIA ERP- Dopo innumerevoli richieste il Direttore delle politiche abitative Stefano Donati ha gentilmente risposto in merito alle graduatorie del Bando case popolari la cui uscita sembrerebbe poter avvenire nei primi di novembre.

Per questo Unione Inquilini invita tutti i cittadini alle prossime manifestazioni previste per la giornata internazionale sfratti zero, non possiamo continuare a guardare inermi il disfacimento del diritto alla casa in questa citttà.  I

Ufficio Stampa - Unione Inquilini 

Silvia Paoluzzi

17 settembre 2020 

 
 
FaceBook