AFFERMATA LA LIBERTA’ ALLO SCIOPERO. Lo sciopero di ieri si è svolto in un clima quasi surreale. Mentre lavoratrici e lavoratori, braccati dai soliti caporali, incrociavano le braccia, parallelamente si svolgeva una guerra a colpi di carta da bollo tra il Presidente del CAS, il gelese Faraci, e la Dirigenza della nostra organizzazione sindacale che, sicuramente, avrà delle code giudiziarie, ricorrendo, verosimilmente, ipotesi di reato.


Su entrambi i fronti la CUB ha ottenuto piena soddisfazione poiché intorno alle 16,00 la COMMISSIONE di GARANZIA, sciogliendo ogni riserva, sanciva la piena legittimazione del nostro Sindacato di Base a scioperare liberamente, chiudendo in faccia agli speculatori ogni strumentale pretesa.

Seppure il boicottaggio di sciocchi servi non è mancato, lo sciopero può dirsi riuscito, per questo occorre ringraziare quei lavoratori che con dignità e fermezza hanno inteso protestare anche per i loro colleghi che non hanno compreso la gravità del momento.

Contro le legittime rivendicazioni dei lavoratori, il politicizzato vertice aziendale si sta accanendo oltremodo.
Occorre rilanciare e rafforzare la lotta.

 ASSEMBLEA il 28 e seconda azione di sciopero il 30.

NO ALLO SCIPPO DEL C.C.N.L. NELLE AUTOSTRADE SICILIANE DEL CAS!!

 

CUB Trasporti - Sicilia

 


Assemblea dei lavoratori CAS - Lunedì 28 luglio 2014 dalle 15,00 alle 18,00 presso la palazzina CAS, Contrada Scoppo

 

 

 

FaceBook