Dopo l’ampia adesione dei lavoratori del gruppo ATM allo sciopero di tram, bus e metrò  indetto dalla Cub Trasporti, qualcosa sembra muoversi.



Lo sciopero era stato indetto contro l’accordo firmato per Expo che prevede l’inesigibilità delle ferie in qualsiasi periodo dell’anno viste le richieste di servizi aggiuntivi relativi al periodo di Expo, l’eliminazione degli SCO, alti livelli di straordinari con ore di guida superiori a ogni ragionevole limite, la totale indifferenza verso il problema della sicurezza.

Un’intesa  che inoltre  dimentica ed esclude gli operai, gli impiegati e gli ausiliari e penalizza i famigliari di disabili (legge 104), mentre nessuna delle istanze dei lavoratori viene accolta.

Una nota stampa (Corriere della Sera del 13/5/15) riporta che esisterebbe una Proposta del Prefetto di Milano che si proporrebbe come mediatore in un tavolo di confronto in merito alla difficile e tutt’ora aperta vertenza “ATM/Expo” che ci ha visto protagonisti di due scioperi, l’ultimo il 28/4/15.

La  CUB  ritiene indispensabile la riapertura del tavolo delle trattative per la modifica dei contenuti dell’accordo EXPO e per un'intesa che recepisca le richieste dei lavoratori, le dimissioni del coordinamento RSU che, anche in questa vicenda, non ha rappresentato le istanze dei lavoratori bensì gli interessi delle Segreterie Sindacali e  la riduzione del 50% dei permessi sindacali.

Se confermata, Cub Trasporti ritiene questa proposta del Prefetto assolutamente positiva e dichiara la nostra immediata disponibilità ad incontrare le parti, ATM e Comune Milano; Cub Trasporti è in attesa di riscontro alla richiesta d’incontro già inoltrata al Sindaco di Milano G. Pisapia.

 


Milano 14 5 2015

 

Il Coordinatore CUB Trasporti
  Claudio SIGNORE


 

FaceBook