Manifestazione di Milano 25 febb -  gli interventi - video 26 min  

Marcelo Amendola Segretario Cub 

RECOVERY, CUB: PRESIDI DAVANTI PREFETTURE E A MONTECITORIO

Cronache dalla Campania Link

La Gazzetta di Milano Link

Gli stati generali link

 

“AMMORTIZZATORI SOCIALI SERI E REDDITO MINIMO PER TUTTI”. LA CUB IN PIAZZA CON DECINE DI PRESIDI IN TUTTA ITALIA

Milano, 25 febbraio 2021 – Una giornata di mobilitazione con un obiettivo chiaro: “No all’assalto al Recovery Fund”. E’ il punto centrale che ha spinto la CUB ad organizzare decine di presidi nella giornata di oggi davanti alla Prefetture di diverse città e a Montecitorio a Roma.

Centinaia di persone sono scese in piazza a Napoli, Pisa, Catania, Torino, Milano, Pavia, Caserta, Foggia, Palermo, Verona e nella capitale. Un “NO” al governo Draghi anche a tutela di tutte quelle categorie di lavoratori ferme da oltre un anno e senza reddito a causa della pandemia: “Siamo di fronte a un problema serissimo – ha dichiarato Marcello AMENDOLA, Segretario Nazionale della CUB, presente al presidio alla Prefettura di Napoli – oggi qui sono presenti diverse categorie di lavoratori completamente tagliate fuori dal mondo. Sono tutti precari: dai stagionali del turismo, a coloro che lavorano per le imprese di pulizie, poi quelli del trasporto. Vivono fuori dal mercato del lavoro già da un anno e sicuramente lo saranno fino all’anno prossimo. Ogni tanto qualcuno allunga un bonus pensando che questi lavoratori possano vivere di quello. E’ inaccettabile”.

“Servono ammortizzatori sociali seri, veri, degni e un reddito minimo garantito per tutti" ha continuato Marcelo AMENDOLA.

La CUB chiede al governo Draghi un deciso cambio di marcia e ha presentato una serie di proposte concrete:

- Un nuovo modello di sviluppo
- Un forte welfare pubblico a partire dagli investimenti nella sanità
- Aumento dei salari e difesa dei diritti del lavoro
- Continuità del reddito in forma universale e dignitosa
- Rilancio della programmazione economica per contrastare il declino industriale
- Sviluppo di una produzione socialmente ed ecologicamente orientata
- Partecipazione e controllo dei lavoratori a tutti i livelli

www.cub.it 

Intervento di Marcelo Amendola davanti prefettura Napoli oggi 25 febb 2021

---------------------------------------

Roma, 25 feb - Piu' che un progetto di cambiamento affidato a mani esperte emerge con chiarezza quale sia il vero scopo di questo governo: garantire la spartizione dei cospicui fondi disponibili per la ripresa, secondo i dettami delle élite politiche ed economiche e delle tecnocrazie europee, cioe'; a favore dei ceti abbienti. Le sue scelte ci fanno temere il peggio per le classi popolari che saranno chiamate a pagare il conto della crisi e ci impongono di fare tutto il possibile per prevenire questo esito. Per questo diciamo no all'assalto al Recovery
Fund". Così Marcelo Amendola, segretario nazionale della CUB annunciando la mobilitazione nazionale di oggi con presidi davanti alle prefetture e, a Roma, di fronte a Montecitorio, a partire dalle 15.

I presidi in particolare sono previsti a Milano, Pavia, Verona, Torino, Firenze, Pisa, Napoli, Caserta, Catania, Palermo, Foggia. (red)

PRESIDI ANTI-DRAGHI  CUB 25.02 -Orari presidi

Roma Piazza Montecitorio h 15,00
Napoli piazza Plebiscito h 10,30
Caserta piazza della Prefettura h 16,00
Catania via Prefettura h 11,00 e h 16,00 2 presidi
Palermo via Cavour h 17,00

Verona piazza dei Signori (davanti Prefettura) ore 10 - 14
Foggia piazza Giuseppe Garibaldi ore 17,00
Pisa Piazza Prefettura ore 10,30
Torino Piazza Castello ore 17,00
Pavia Piazza Prefettura h 10,30
Milano Largo 11 Settembre h 17,00

A Firenze il presidio si tiene il 23.02
Firenze via Cavour h 17,00

Oltre a questi si terranno iniziative in altre città

FaceBook