La CUB esprime la massima solidarietà e al tempo stesso la propria indignazione dopo la morte di Adil Belakdim, il lavoratore di 37 anni rimasto travolto da un camion durante una manifestazione presso il Lidl di Biandrate, in provincia di Novara. Adil Belakdim era il coordinatore de SiCobas Novara, organizzazione per i diritti dei lavoratori.

“La morte tragica di Adil Belakdim è un omicidio sul lavoro – denuncia Marcelo AMENDOLA, Segretario Nazionale CUB – una morte che ci indigna. In questo paese si perde la vita per difendere i propri diritti. E’ questa la drammatica realtà che noi tutti consideriamo inaccettabile”.

Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni il camion avrebbe tentato di forzare il blocco della manifestazione, trascinando l'uomo per una decina di metri. L'autista è poi fuggito verso l'autostrada, ma è stato presto raggiunto dai Carabinieri. Milano, 18 giugno 2021 -

------------------------------

DIL È STATO UCCISO DALLA VIOLENZA PADRONALE!
Oggi, giornata di sciopero nazionale della logistica e del trasporto aereo ed aeroportuale, un camion ha investito il picchetto formato dai lavoratori che manifestavano davanti all'ingresso del deposito territoriale della Lidl a Biandrate in provincia di Novara. Il gesto criminale ha causato la morte di Belakhdim Adil, dirigente del Si Cobas, che è stato trascinato per diversi metri e lasciato a terra. Il vile investitore si è dato alla fuga ma è stato poi bloccato dai carabinieri in un'area di servizio.


Per l’omicidio di Adil, la CUB Scuola Università Ricerca esprime indignazione e piena solidarietà ai lavoratori in lotta, ai suoi familiari e amici, al Si Cobas.
Si tratta di una perdita dolorosissima che ogni sindacato conflittuale deve sentire come propria e si tratta anche dell’ennesimo attacco, condotto da padroni, padroncini e canaglie al loro servizio, contro lavoratori in sciopero. Non un fatto isolato quindi, ma il temuto risultato di un’offensiva di vasta portata che deve ricevere la necessaria risposta nell’intensificazione delle lotte per la conquista di una società più giusta, libera, eguale.


Torino, 18 giugno 2021


CUB SUR
il Coordinatore nazionale

Natale Alfonso

CUB Scuola Università Ricerca
Federazione nazionale
Corso Marconi 34 – 10125 Torino - tel/fax 011 655897
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - pec: cubsur@pec.i

 

------------------------


SINDACALISTA INVESTITO, SINDACATI BASE: OMOCIDIO SUL LAVORO


Roma, 18 giu - La CUB esprime la massima solidarietà e al tempo stesso la propria indignazione dopo la morte di Adil Belakdim, il lavoratore di 37 anni rimasto travolto da un camion durante una manifestazione presso il Lidl di Biandrate, in provincia di Novara.

Adil Belakdim era il coordinatore de SiCobas Novara, organizzazione per i diritti dei lavoratori. "La morte tragica di Adil Belakdim è un omicidio sul lavoro - denuncia Marcelo Amendola, segretario nazionale Cub -, una morte che ci indigna. In questo paese si perde la vita per difendere i propri diritti. E' questa la drammatica realtà che noi tutti consideriamo inaccettabile". Secondo quanto emerso dalle prime ricostruzioni il camion avrebbe tentato di forzare il blocco della manifestazione, trascinando
l'uomo per una decina di metri. L'autista è poi fuggito verso l'autostrada, ma è stato presto raggiunto dai Carabinieri. "Un altro sindacalista della logistica è stato ammazzato mentre manifestava durante lo sciopero generale del settore convocato da SiCobas, USB, Adl e altre organizzazioni del sindacalismo di base dopo l'aggressione alla Zampieri di Lodi.

Adil, coordinatore del SiCobas di Novara è stato volontariamente travolto da un camion che lo ha trascinato per molti metri ed è poi fuggito. La polizia lo ha però poi rintracciato" si legge in una
nota dell'Unione Sindacale di Base.

"La ferocia del capitale e del profitto fanno quindi un'altra vittima proprio nella logistica, il settore di punta del conflitto di classe nel nostro paese, dopo l'analogo omicidio che uccise nel 2016 il sindacalista USB Abd El Salam a Piacenza.

"A questa escalation va data una risposta di lotta generale determinata e unitaria. USB, nell'esprimere la propria incondizionata solidarietà alla famiglia di Adil, al SiCobas e a tutti i lavoratori impegnati nelle lotte in corso invita tutti propri militanti e tutte le strutture a mobilitarsi immediatamente in tutto il Paese". 

FaceBook