Milano, 17 giugno 2021 – Dura condanna della CUB all’ “’insensata manovra finanziaria con cui Regione Lombardia ha compiuto il cambio di proprietà di Serravalle”.

“L’acquisizione della maggioranza azionaria da parte di Ferrovie Nord Milano (Fnm) – sottolinea la CUB Trasporti - aveva da subito sollevato preoccupazioni circa le modalità con cui questa controllata di Regione Lombardia sarebbe riuscita a fronteggiare l’oneroso costo d’acquisto.

La Regione, si è esposta per 519 milioni di euro gettando dubbi tanto per le ricadute sul il futuro del servizio di FNM quanto su quello della concessionaria autostradale Serravalle”.


“E’ istintivo pensare che gli esperti affaristi di Regione Lombardia sapranno reperire parte dei costi: tagliando il servizio all’utenza che percorre le competenze autostradali – continua la CUB Trasporti - pagando ugualmente profumati pedaggi e costringendola sempre più spesso a code chilometriche visti i tagli al personale ed all’organizzazione del lavoro”.


La RSA della Cub Trasporti, fortemente preoccupata sulla tenuta occupazionale nonché per la deriva cui versa il servizio all'utenza, ha chiesto un incontro urgente alla Direzione affinché vengano attivate tutte le soluzioni necessarie a garantire un servizio dignitoso alla cittadinanza.

FaceBook