NOVACETA; ACCORDO VICINO MA OPERAI RESTANO SUL TETTO - MAFLOW; BMW CAMBIA FORNITORE, OPERAI ANCORA SU TETTO <<ANSA>>



NOVACETA; ACCORDO VICINO MA OPERAI RESTANO SUL TETTO

 
   (ANSA) - MILANO, 18 GEN - Si avvicina un accordo fra i
sindacati e la Novaceta di Magenta (Milano), dopo l'incontro di
oggi fra i rappresentanti dei lavoratori e la proprieta' in cui
e' stato presentato un piano per far ripartire la produzione. I
sei operai, che da una settimana vivono sul tetto della mensa
per protestare contro il rischio di dismissione industriale
dell'area, pero' ''non scenderanno fino a quando non ci saranno
garanzie effettive''.
   Lo hanno reso noto i sindacati, ''soddisfatti per i primi
passi avanti'' nell'azienda che produce fibre tessili e che
conta circa 180 lavoratori su 200 in cassa integrazione. ''La
proprieta' si e' detta sostanzialmente d'accordo con la nostra
proposta'', ha spiegato Walter Montagnoli, coordinatore
nazionale dei
Cub
. ''Ripresa la produzione, in 30 mesi dovremmo
tornare in attivo - ha continuato - e a quel punto ci potrebbe
essere lo spazio per assumere altri dipendenti''.
   Il piano prevederebbe la Possibilità a' di far ripartire la
produzione con un organico di 90-100 dipendenti, concentrandosi
sulla produzione di filati di alta qualita' da vendere sui
mercati esteri. ''La nostra protesta - ha concluso - ha
costretto l'azienda a scendere a patti. Quella di oggi e' una
buona notizia, aspettiamo pero' che il piano, che per ora e'
solo una bozza, diventi effettivo''. Nei prossimi giorni si
terranno alcuni tavoli tecnici, mentre il 28 gennaio e' in
programma un secondo incontro con la proprieta'. (ANSA).
 
18-GEN-10 20:18

  ***********************************************************************

MAFLOW; BMW CAMBIA FORNITORE, OPERAI ANCORA SU TETTO

   (ANSA) - MILANO, 19 GEN - Bmw ha scelto Continental,
confermando l'annullamento delle commesse a Maflow, e gli operai
dell'azienda di Trezzano sul Naviglio (Milano) hanno scelto di
continuare la protesta sul tetto della fabbrica che dura ormai
da 8 giorni, avviando una ''campagna di denuncia e boicottaggio
di Bmw in Italia''. Lo annuncia la Cub in una nota.
   Secondo Walter Montagnoli della FlmU-Cub la casa
automobilistica tedesca ha fornito motivazioni ''per niente
convincenti''. ''Non si spiega - ha aggiunto - come mai fino
allo scorso novembre lo stabilimento di Trezzano lavorasse su 3
turni, per Bmw ormai da 10 anni con reciproca soddisfazione,
nonostante l'amministrazione straordinaria in corso dallo scorso
12 maggio''.
   ''I nostri timori - ha aggiunto Montagnoli - hanno trovato
conferma dalle dichiarazioni della stessa cancelliera Angela
Merkel, che ha invitato a comprare tedesco e difendere il lavoro
tedesco''. Da qui, a suo avviso, la decisione di trasferire le
commesse, relative agli impianti di condizionamento, alla
Continental in Germania ''con costi nettamente superiori, e
qualita' probabilmente inferiore rispetto a Maflow''.
    (ANSA).
 
19-GEN-10 15:41

 ***************************************

 

 

 

 

 

 ****************************************

 

 

 

FaceBook