“È conforme a legge che nelle fasi preliminari di un processo possano non essere ammesse le parti civili e i giornalisti. Solo che fino ad oggi non era mai successo”.


Cosi il segretario nazionale della Cub trasporti, Confederazione Unitaria di Base, Walter Montagnoli, a Milano, nella sede della Fiera, in Via Scarampo in cui si sta celebrando il processo per la strage di Pioltello del 25 Gennaio 2018.

Un deragliamento del treno Cremona Milano, alle porte del capoluogo lombardo causato, secondo quanto sostiene l’accusa, dalla rottura di un fungo della rotaia nel punto di congiunzione, il cosidetto “giunto”.

Il giunto, recita un documento della Cub, è un pezzo che serve per unire meccanicamente due sezioni di rotaia che motivi tecnici legati al sistema di trasmissione dei segnali e sicurezza devono essere tenuti fisicamente separati.

Garantisce la sicurezza se viene sottoposto a regolare manutenzione programmata. Proprio la rottura del fungo sarebbe la causa del disastro, afferma Montagnoli, che si dice amareggiato per essere stati espulsi dal processo “per quanto legittimo per legge, ma mai successo prima. Un comportamento che indica l’orientamento della corte, soprattutto dopo quanto accaduto per un’altra strage, quella di Viareggio”.
Polemico anche verso gli altri sindacati, a partire da Cgil Cisl e Uil “di cui non solo non si vedono le bandiere ma neppure il personale”

1 Febbraio 2021

------------------------------------------

DISASTRO DI PIOLTELLO. LA CORTE ESCLUDE TUTTE LE ORGANIZZAZIONI CUB CHE SI ERANO COSTITUITE PARTE CIVILE. “DECISIONE GRAVE E IMMOTIVATA” COMMENTA WALTER MONTAGNOLI DELLA CUB

 – “E’ una decisione assurda e immotivata alla quale ci opporremo in tutti i modi”. E’ questo il commento di Walter MONTAGNOLI, segretario nazionale CUB alla decisione del Gup Anna Magelli, impegnata nel processo sull’incidente ferroviario di Pioltello, di respingere la costituzione di parte civile delle organizzazioni CUB Nazionale, CUB Trasporti Nazionale e CUB Trasporti di Milano e Provincia.


“E’ poco comprensibile la decisione di queste esclusioni – sottolinea l’avvocato Gabriele DALLE LUCHE - in particolare della CUB Trasporti di Milano e Provincia che insieme a quella Nazionale Trasporti svolge una grande attività a tutela dei lavoratori del settore ferroviario.

A prova dell’impegno sul territorio avevamo presentato anche come testimonianza la rivista CUB Rail, che mette in collegamento i lavoratori del Nord italia. La Cub ha già espresso comunque la volontà di andare avanti e presenteremo al dibattimento di nuovo la domanda per partecipare al processo come parti civili”.


“E’ davvero importante che la CUB Trasporti di Milano e Provincia partecipi a questo processo - aggiunge Walter MONTAGNOLI - perché è l’organizzazione che agisce sul campo e conosce il territorio qui in Lombardia. Nel caso del disastro di Pioltello sono stati proprio i ferrovieri della Cub trasporti di Milano ad individuare e a farci capire le cause dell’incidente che ha portato morti e feriti”.

Milano, 2 febbraio 2021

--------------------

FaceBook