Ad oggi le decine di migliaia di colleghe e colleghi interessati si trovano a non avere informazioni certe sull'avvio dei PAS.

Come l'anno scorso le università non garantiscono l'attivazione dei corsi. è uno degli effetti della feudalizzazione del sistema scolastico, il ministero decide e delega alle università la gestione di quanto ha deciso, le università sostengono che mancano i fondi e le vittime di questa guerra dei topi e delle rane che meriterebbe un nuovo poema come la classica batracomiomachia sono i precari della scuola.

Essi sono infatti esposti al rischio di dover frequentare in sedi lontane dalla residenza, non avendo informazioni sulle modalità organizzative dei corsi e sulla località ove si svolger rischiano di dover scegliere fra la frequentazione dei corsi e il lavoro sia pur precario.

c'èè poi il problema dei costi previsti per la frequentazione dei corsi, costi che sono un'iniquit di per sé e che non sono ancora noti.

Il ritardo dell'avvio dei corsi inoltre espone i colleghi al rischio di un rinvio nella conclusione degli stessi e dell'imPossibilità di vederseli riconosciuti nel 2014.

La CUB Scuola Universit Ricerca sta organizzando iniziative volte a contrastare questo comportamento inaccettabile sia sul piano legale mediante ricorsi che su quello della mobilitazione diretta dei colleghi e delle colleghe colpiti a partire dal rifiuto di svolgere nelle scuole qualsiasi compito non previsto come obbligatorio dal contratto di lavoro.

Per la CUB Scuola Universit Ricerca

Il Coordinatore nazionale

Cosimo Scarinzi

per info 3298998546

Torino, lì 13 settembre 2013

FaceBook