Il “Governo dei migliori” non perde occasione per dimostrare quanto poco gli importi del personale che lavora a scuola.


Dopo aver tirato incomprensibilmente per le lunghe l’emanazione dell’ordinanza sui trasferimenti e aver suscitato legittime aspettative circa la rimozione del vincolo di permanenza quinquennale per i docenti neo assunti, ieri in tarda serata il Ministero ha pubblicata l’OM sulla mobilità del personale della scuola, fornendo un calendario retrodatato e con tempi strettissimi!
Una sciatteria insopportabile che ben evidenzia quanto i vari Bianchi, Floridia, Sasso e lo stuolo di burocrati alla loro corte, al di là delle parole e dei toni melliflui che normalmente usano, abbiano in considerazione docenti e ATA.
Registriamo che niente è cambiato rispetto all’anno scorso. Restano gli odiosi vincoli di permanenza, sia quello quinquennale, imposto dalle forze politiche al Governo ai docenti neo assunti; sia quello triennale, contrattato dai sindacati pronta firma.
La nostra battaglia contro i vincoli non si ferma qui. Nell’immediato ci batteremo per consentire ai colleghi e alle colleghe la possibilità di accedere ai movimenti annuali (utilizzi e assegnazione provvisoria), in prospettiva faremo tutto il possibile per arrivare sia all’abrogazione della norma di legge che impone il vincolo quinquennale, sia all’abolizione del vincolo triennale nel CCNI.

31 marzo  2021 Cub Sur 

LINK FB 

FaceBook