2 settembre 2020: Mattino (h. 10:30) in piazza Montecitorio  - Pomeriggio (h. 14:30) davanti al Ministero

 

Istruzione in V.le Trastevere 76Il prossimo 2 settembre si svolgerà, a Roma, una giornata di mobilitazione promossa da molte realtà della complessa galassia formata dai colleghi precari.
La CUB Scuola Università Ricerca vi aderisce convintamente nella consapevolezza che in questi nostri tempi, così duramente segnati dalla colpevole insipienza di chi governa la scuola, soltanto il protagonismo attivo di lavoratori e lavoratrici potrà farci muovere verso la positiva soluzione dei molti problemi irrisolti, primo fra tutti la riapertura in sicurezza, seguito dalla quota insopportabilmente alta e persistente di precariato e dalla deprecabile condizione salariale di tutto il personale.
È ormai noto a tutti che la scuola italiana si regge sul lavoro di circa 200.000 precari: oltre il 20% del personale in servizio! A fronte di questo dato sconcertante il Governo promette circa 80.000 assunzioni da effettuarsi in un futuro tuttora indefinito e, così facendo, rende palese l’intenzione di continuare a comprimere i diritti e gli stipendi di tutti i dipendenti della scuola attraverso il ricatto occupazionale che esercita su una quota, tenuta artificiosamente alta, di lavoratori e lavoratrici.
È anche noto che i governi succedutisi nel tempo, indipendentemente dal loro colore politico, hanno impoverito sempre di più la scuola dedicando ogni anno all’istruzione, una parte del prodotto interno lordo molto inferiore a quella della media dei paesi OCSE. Si tratta di 1,4 punti del PIL e cioè di circa 24 milardi/anno coi quali si potrebbe agire per risanare il patrimonio edilizio, stabilizzare i precari, ampliare l’offerta didattica, portare gli stipendi in linea con la media europea, garantire salute e sicurezza a quei nove milioni di persone che quotidianamente popolano le nostre scuole.
È quindi ora di imporre un cambio di direzione e rivendicare con forza, continuità e determinazione la soluzione dei problemi che affliggono la scuola pubblica. Perciò la CUB SUR è impegnata in un'articolata iniziativa di mobilitazione con manifestazioni e scioperi in settembre (manifestazioni del 2 e del 24, sciopero nazionale di categoria del 25) e in ottobre (sciopero generale nazionale del 23). Perciò invitiamo tutti -dipendenti, studenti e famiglie, cittadini- ad avviare, con la manifestazione del 2 settembre a Roma, un deciso ciclo di lotte contro tutte le precarietà che ci vogliono imporre: sul lavoro, riguardo al reddito, nei diritti, in relazione alla sicurezza e alla salute.

Torino, 26 agosto 2020

CUB Scuola Università Ricerca  Federazione nazionale
corso Marconi 34 – 10125 Torino
Tel/fax 011 655897 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.cub.it
Il coordinatore nazionale
Natale Alfonso

 

Scarica comunicato pdf

 
 
 
 
 
 
FaceBook