Lunedì 3 febbraio, dalle 14 in avanti, di fronte al Comune di Torino si terrà un presidio che vedrà uniti le assistenti educative dipendenti sia dal comune che dalle cooperative che lavorano per il Comune, educatrici dei nidi comunali, maestre delle scuole comunali,

genitori che a una giunta indifferente e indisponibile ad ogni confronto porranno UNITARIAMENTE E CON FORZA la questione della difesa e del rilancio della SCUOLA PUBBLICA COMUNALE.
A una giunta che si nasconde dietro la tesi che non vi sarebbero risorse abbiamo dimostrato, dati alla mano, che il DEBITO COMUNALE può essere affrontato con coraggio rifiutando le condizioni usurarie * imposte dalle banche.
A una giunta che non assume le educatrici precarie dei nidi dopo anni di servizio e pretende di licenziarle dopo ben 36 mesi di lavoro rispondono le educatrici, tutte le educatrici di ruolo e precarie, e difendono un servizio di qualità.
A una giunta che pretende che il taglio delle sezioni comunali sia inevitabile, rispondono maestre e genitori che si oppongono alla deportazione di maestre e bambini e difendono la scuola pubblica comunale.
A una giunta che nemmeno vede le centinaia di lavoratrici delle cooperative in appalto NON PAGATE DA MESI, che lavorano in condizioni di supersfruttamento, e che non sanno nemmeno che fine faranno rispondono le assistenti educative esternalzzate che si uniscono al personale direttamente dipendente dal Comune in UN'UNICA MOBILITAZIONE**.
Ci saranno, assieme a noi, le insegnati e gli insegnanti dell'Istituto Comprensivo Turoldo delle Vallette, un territorio lasciato alla sbando, contro la chiusura del plesso Gianelli e la trasformazione in peggio del loro istituto ***.
Oggi, con molta calma, anche i sindacati istituzionali presenti del Comune, sotto la pressione del malessere delle lavoratrici, scoprono che non vale la tesi che “tutto va ben madame la Marchesa”, la CUB ritiene però che non bastano le buone parole, è necessaria una mobilitazione che arrivi, se necessario, ALLO SCIOPERO DELLA SCUOLA COMUNALE che vogliamo unitario ma che, se il sonno profondo dei sindacati istituzionali riprenderà, indirà comunque.

31 gennaio 2020


* vedi https://www.facebook.com/…/gm.88672297178…/127790058723562/…
** vedi https://www.facebook.com/…/gm.88672320845…/127790195390215/…
*** vedi https://www.facebook.com/…/a.20971966903…/3001032563240483/…

 

FaceBook