Richieste cardine per la risoluzione di alcune problematiche che attengono la scuola dell’infanzia e primaria rispetto al mantenimento della continuità didattica

 

9 Lug 2019 di redazione

www.orizzontescuola.it

Comunicato CUB Scuola

– Nella giornata di oggi, martedì 9/07 la Cub Scuola Università e Ricerca insieme al Coordinamento Diploma Magistrali Abilitati hanno avuto un incontro col il Direttore Regionale del Piemonte Fabrizio Manca e il Direttore del Personale Giuseppe Bordonaro.
Sono state fatte alcune richieste cardine per la risoluzione di alcune problematiche che attengono la scuola dell’infanzia e primaria rispetto al mantenimento della continuità didattica per i docenti già in ruolo che sceglieranno da concorso straordinario nel prossimo mese, per i colleghi licenziati che non hanno avuto il diritto di reinserimento nella seconda fascia delle Graduatorie di Istituto, dei colleghi delle Graduatorie ad Esaurimento che a causa delle sentenze negative potrebbero essere sollevati dal posto di lavoro in qualsiasi momento dell’anno o gli esclusi dal concorso la composizione delle Graduatorie ad Esaurimento e del concorso straordinario che vedono al 90% diplomati magistrali con riserva in entrambe.
La questione delle categorie protette legge 68/99.
E’ stata posta anche la questione relativa alle cattedre della scuola superiore assegnate alle scuole a 20 invece che 18 creando danno ai colleghi precari.
Lo stato delle cattedre per le immissioni in ruolo derivanti dai pensionamenti secondo quota 100.
Le risposte ottenute sono le seguenti:
– per la continuità didattica il Piemonte ha già pronta una nota sulla scorta di quella già presentata in Regione Piemonte il 28/03/19 che permetterebbe un’assegnazione definitiva e non provvisoria come quella utilizzata in Lombardia
– Per il reinserimento in seconda fascia si attende la nota tecnica del Miur che e’ stata da noi sollecitata e richiesta e si auspica giunga nei prossimi giorni
– Per la proroga dei contratti interrotti per licenziamento e la continuità didattica al 30/06 si attende un nuovo dispositivo ministeriale anche se abbiamo riferito di atti normativi già pre esistenti che salvaguarderebbero comunque i docenti
– Il dottor Manca ha convenuto con noi che essendo la composizione delle Graduatorie ad Esaurimento e del Concorso con elevato numero di ricorrenti le soluzioni devono essere veloci onde evitare disservizi non gestibili che si abbinerebbero già a quelli derivanti dalle numerose supplenze che in tutto il paese raggiungeranno le 200mila unità
– Numeri di immissioni in ruolo per il Piemonte su infanzia e Primaria non ancora stabili e autorizzati dal Ministero Economie e Finanze
– Sulla legge 68/99 il dottor Bordonaro informa che essendo un concorso straordinario non è prevista alcuna quota di riserva
– Per le cattedre a 20 ore alla superiori il Dott Bordonaro ha spiegato il fenomeno come contenimento di eventuali altri posti precari e ovviamente la Cub non condivide questo ragionamento
La CUB SUR annuncia che martedì prossimo 16/07 se non ci sarà una risoluzione convincente a livello centrale sulla continuità didattica presidierà l’Ufficio Scolastico della Liguria con i colleghi di Genova e altre province .
Cub e Coordinamento DMA Piemonte manterranno alta l’attenzione sulle questioni affrontate questa mattina, che se non avranno una soluzione che contemperi i diritti di tutti colleghi li vedranno nuovamente in piazza.
Per la CUB Scuola Università e Ricerca
La coordinatrice provinciale
Giulia Bertelli
Per il Coordinamento DMA Piemonte
Carla Traverso Cristina Zedde

 

FaceBook