Sciopero 21 maggio Asti, Milano, Parma, Roma, Firenze, Torino,  Varese, Genova, Mestre, Vicenza, Bassano

Walter Gelli Segretario CUB Sanita Italiana 

Alex Buselli di Cub Sanita Milano

 “NO-PROFIT-ON-PANDEMICS”. SCIOPERO DOMANI INDETTO DALLA CUB DEI LAVORATORI DELLA SANITA’ CON MANIFESTAZIONI IN DIECI CITTA’

Per domani, 21 maggio, CUB Sanità proclama uno sciopero in tutta Italia dei lavoratori e le lavoratrici della Sanità, del comparto socio-sanitario-educativo-assistenziale e delle case di riposo: “La pandemia ha reso più duri i turni massacranti - dichiara Rocco LAMANNA, Segreteria Nazionale CUB – vi sono carenze croniche di personale. A questo si è aggiunto con la pandemia gravi carenze nelle misure di sicurezza e nella tutela della salute dei lavoratori del settore. Il quadro è ancora più fosco se consideriamo le situazioni drammatiche nei servizi esternalizzati e nelle RSA, dove migliaia di lavoratori sono in cassa integrazione e a rischio licenziamento”.

Ci mobilitiamo convinti più che mai che la Sanità – prosegue Rocco LAMANNA- debba essere pubblica, universale, gratuita, diffusa sul territorio e omogenea in tutta Italia. Con questi obiettivi sosteniamo la campagna internazionale “NO-PROFIT-ON-PANDEMICS” contro la speculazione e il profitto privato sulla salute delle persone, i brevetti che tutelano i profitti di “Big Pharma” togliendo ai popoli l’accesso a cure e vaccini. Solo una nuova riforma della Sanità, adeguatamente finanziata con il Recovery Plan può veramente tutelarci da futuri rischi pandemici”.

La CUB Sanità interviene anche sulla questione molto dibattuta dell’obbligo vaccinale: “Il decreto 44 se dovesse essere convertito in legge – sottolinea l’esponente della CUB - deve prevedere la garanzia a tutti i lavoratori e le lavoratrici del reddito e del mantenimento del posto di lavoro. Il reddito necessario a vivere, deve essere garantito a tutti i lavoratori del settore sociosanitario assistenziale”.

 

21 maggio 2021 

---------

Vi invitiamo allo sciopero generale della sanità, è importantissima la partecipazione di tutti.

Presidio sotto il palazzo della Regione Lombardia, venerdì il 21 maggio alle 10:30.

Il 21 maggio, in occasione del G 20 sulla sanità globale alla luce della pandemia, CUB Sanità proclama sciopero in tutta Italia per i lavoratori e le lavoratrici della Sanità Pubblica e Privata.

La pandemia ha reso sempre più difficili le condizioni di chi lavora nel settore: turni massacranti, carenze croniche di personale, carenze nelle misure di sicurezza e nella tutela della salute dei lavoratori del settore, situazioni drammatiche nei servizi esternalizzati e nelle RSA, dove migliaia di lavoratori sono in cassa integrazione e a rischio licenziamento.

A tutto questo si somma l’inutile e odioso autoritarismo imposto agli operatori sanitari dal Governo Draghi, che impone l’obbligo vaccinale con il ricatto e la minaccia di privazione del reddito. Una misura che solo l’Italia ha adottato.

Alla riunione del G20 del 21 maggio partecipano le grandi multinazionali della salute e del farmaco per discutere della gestione della nostra salute e della pandemia. Le decisioni che assumeranno rispecchieranno i loro interessi in una visione industriale e aziendalizzata della salute.

Ma solo una nuova RIFORMA DELLA SANITA’, può tutelarci veramente da futuri rischi pandemici e i finanziamenti previsti dal Recovery Plan sono meno di metà di quanto si è perso negli anni.


CUB Sanità Milano

18 maggio 2021 Alex Buselli

 

 Intervista a Maria Teresa Turetta, responsabile Cub Veneto, e Veronica Della Pria, responsabile Cub Vicenza.

"Decreto 44/2021: presidio del Cub sotto la Prefettura di Vicenza. Intervista a Maria Teresa Turetta e Veronica Dalla Pria" realizzata da Maurizio Bolognetti con Maria Teresa Turetta (responsabile Cub del Veneto (Confederazione Unitaria di Base)), Veronica Dalla Pria (responsabile Cub Vicenza).
-------------------

Sciopero 21 maggio Milano, Roma, Firenze, Torino,  Varese, Genova 

Asti: Piazza Alfieri  H11

Milano: Piazza Regione Lombardia  h 10.30

Roma:  Porta San Pancrazio h 15 

Parma: Piazza Garibaldi h 10-12

Firenze: Presidio davanti Duomo sede Regionale ore 11-13

Genova  Piazza De Ferrari h 9.30

Torino:  Piazza Castello h 10

Varese: Prefettura Varese h 10-12

Veneto: Mestre USLL3 h10,00, Vicenza USLL8 h 9,30, Bassano USLL7 h 12,00 (vedi locandina sotto) 

 

 

- 21/5 sciopero sanità:

 

Asti - Piazza Alfieri h 11

Genova - Piazza de Ferrari H 9.30
Varese – prefettura H 10- 12
Torino – Piazza Castello H 10
Milano dalle ore 10.30 presso Palazzo Regione Lombardia
Parma – Piazza Garibaldi 10-12
Roma – piazza san Pancrazio h 15
Firenze – presidio Piazza Duomo H 11- 13

Veneto : Mestre ulss 3 serenissima – ospedale dell’Angelo H 10.00
Bassano – Ulss 7 Pedemontana à ospedale S, Bassiano H 12
Vicenza – Ulss 8 Berica – Ospedale san Bortolo H 9, 30

 

FaceBook