Assunzioni stabili e reinternalizzazione sono le uniche soluzioni.

I lavoratori della Sanità in Campania sono nuovamente chiamati ad uno sforzo incredibile. Ad oggi devono fare nuovamente salti mortali per coprire le turnazioni previste per arginare la pandemia di covid. In moltissime strutture sanitarie della regione si lavora in condizioni vergognose, condizioni che poi si riversano come un mal servizio per i degenti.
Sull'argomento ha presso una posizione netta il Segretario Nazionale della CUB, Amendola Marcelo che dichiara, "La CUB Sanità Campana come già ribadito in altre occasioni, chiede da subito di procedere con delle nuove assunzioni per far fronte alla crisi odierna. Assunzioni vere, non di precari senza nessun futuro, come sono state fatte l'anno scorso. Si deve procedere da subito alla stabilizzazione del personale sanitario ancora oggi in pianta organica in forma vergognosamente precaria".
Aggiungendo "Non ci potrà purtroppo pensare ad uscire di questa crisi senza un lavoro di rinternalizzazione del personale scaricato negli appalti al massimo ribasso per fare cassa. Un sistema sanitario al collasso come il nostro necessità di un lavoro stabile e garantito per rilanciare il proprio ruolo nella nostra comunità".
La CUB Sanità campana ha chiesto all'assessore regionale alla sanità Ettore Cinque un incontro urgente per discutere di questo problema non più rimandabile.

Napoli 09/03/2021
CUB SANITA' CAMPANIA

Leggi positano News  in internet

FaceBook