Istituto Sacra Famiglia dichiara che le Comunità alloggio Socio Sanitarie (CSS) sono troppo costose e minaccia di esternalizzare il servizio. Ovviamente l’azienda mette subito le cose in chiaro pretendendo che a pagare siano i lavoratori. Come? Introducendo le cosiddette Notti Passive.


La CUB afferma: le notti passive sono illegittime, illegali e violano inoltre la salute dei lavoratori, la sicurezza degli Utenti, le Leggi Nazionali ed Europee. Tutte le ore in cui il lavoratore è sul luogo di lavoro e a disposizione del datore, sta lavorando e quindi va retribuito con la maggiorazione del lavoro notturno spettante.

Siamo contro simili modalità di ipotetico risparmio e non si può che criticare la Direzione che su questo come su altri temi agisce sempre sulla pelle dei lavoratori (vedi la disdetta del Contratto integrativo giunta ieri, gli eccessivi carichi di lavoro, il trattamento riservato alle lavoratrici mamme e molto altro).
La CUB quindi rilancia il proprio appello a tutti i lavoratori per l’immediato avvio dello stato di agitazione del personale.


PASSA DALLA TUA PARTE PASSA ALLA CUB
Milano 28/02/2019

Cub Sanità Italiana
Confederazione Unitaria di Base
Milano V.le Lombardia 20 - tel 0270631804 - fax. 0270602409
www.cub.it - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Scarica il comunicato in pdf

FaceBook