Dopo i fatti di Roma, il Governo Renzi pensa di attribuire esclusivamente all'Inps (che da tempo, guarda caso, chiede ciò) la gestione delle visite fiscali, allorquando: il doppio binario Asl Inps di gestione delle visite fiscali garantisce ai datori di lavoro ed ai lavoratori un giudizio tecnico che non può che essere costruttivo nel confronto;

 

il disegno del Governo Renzi non fa che confermare il voler scardinare le Asl, delegittimandone competenze e compiti; le Asl gestiscono la medicina fiscale con specialisti in medicina legale e di medicina del lavoro e con medici la cui opera professionale attiene anni di esperienza valutativa de quo.
Sono anni che si vedono particolari favorevoli attenzioni governative pro Inps.

I Primi Ministri Prodi e Berlusconi hanno generato la gestione della spesa degli invalidi civili a carico di lavoratori e pensionati, allorquando sembrava più equo distribuirne il carico fiscale sulla fiscalità generale come prima era; l'esperimento della Regione Campania di gestione unica dell'invalidità civile ha escluso fior di professionalità di medici Asl come giudizio di istanza, ha reso l'Inps il controllore di sé stesso, ha la farsa di vedere il medico Anmic pagato dall'Inps.
Circa le visite fiscali, l'Inps ha avuto di recente severe conflittualità organizzative e retributive coi propri medici, censurando le visite fiscali auto programmate per questioni di spesa.
No è che si specula sui fatti di Roma per soccorrere un Ente finanziariamente dispnoico quale l'Inps, a discapito delle Asl?

 


Quando un Lavoratore viene mandato al lavoro dal medico fiscale, nel caso di disaccordo col giudizio del medico fiscale sia dell’Asl che dell’Inps, per Legge il Lavoratore può ricorrere al giudizio del responsabile del servizio di medicina fiscale delle Asl, quale “arbitro” del contenzioso.
Queste procedure sono rarissime, fatto che prova che i medici Inps non rimandano molto spesso i Lavoratori alle proprie mansioni, come erroneamente pensa Renzi e chi per Lui.Il disegno di questi personaggi è chiarissimo: aiutare l’Inps a scapito delle Asl; delegittimare le Asl così come si è già fatto in Campania con l’invalidità civile; accusare una classe medica, quali medici di famiglia e medici fiscali Asl, con fittizie polemiche e falsi dati.


CARO GOVERNO RENZI, L'OPINIONE PUBBLICA A CUI PENSA DI COMPIACERE CON PROCLAMI "DI PANCIA" PREFERIREBBE VEDERE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE L'ASSENZA DELLA POLITICA NELLA NOMINA DEI DIRETTORI GENERALI; LA PUNIZIONE DEI PARLAMENTARI ASSENTEISTI; LA RISCOSSIONE (NON GLI SCONTI FISCALI) DEL DEBITO DELLE SOCIETÀ DI GESTIONE DEL GIOCO D'AZZARDO; IL RIPRISTINO DEI DIRITTI DEI LAVORATORI.

La demagogia è utile ad accelerare il declino etico di questo Paese, e se ci si vuole professare d'esempio, si facciano norme o direttive per espellere subito dai ruoli di rappresentanza, parlamentari, consiglieri regionali etc assenteisti o corrotti, auspicando che coloro siano senza stipendio, a partire dal grado di giudizio di colpevolezza sino all'eventuale giudizio definitivo discolpante.


E SE GRAN PARTE DELLE PATOLOGIE A REFERTO DEI VIGILI DI ROMA DIPENDESSERO DA STRESS LAVORO CORRELATO?

NEL CASO DI INPS QUALE UNICO ISTITUTO DI GESTIONE DELLE VISITE FISCALI, IL LAVORATORE CHE DISCORDA COL GIUDIZIO DEL MEDICO A CHI PUO’ RICORRERE: AL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI MEDICINA FISCALE DELL’INPS ? AL GIUDICE, CON ONERE A PROPRIO CARICO?
SAREBBE UTILE CHE GLI ISPETTORI MINISTERIALI SI MUOVESSERO AD INDAGINE DELLE PATOLOGIE DA STRESS LAVORO CORRELATO E MOBBING, CONSIDERANDO LA SEVERA INCIDENZA DI QUELLE EZIOLOGIE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ITALIANA
LA CUB DI PAVIA NON VUOLE ISTITUTI UNICI DI GIUDIZIO TECNICO MEDICO LEGALE, POICHE’ CIO’ ANDREBBE A SCAPITO DI LAVORATORI ED INVALIDI
LA CUB SANITA’ DI PAVIA SI ATTIVERA’ NELLE OPPORTUNE SEDI A DIFENDERE L’IMMAGINE E I DIRITTI DEI MEDICI DI FAMIGLIA E DEI SERVIZI DIMEDICINA LEGALE DELLE ASL CHE “ALCUNE CAMPAGNE POLITICHE” VORREBBERO DENIGRARE

10 gennaio 2015


CUB Sanità Pavia

 

 

FaceBook