La produttività erogata, con lo stipendio di giugno, alla maggior parte dei dipendenti del Settore Anagrafe (quelli che sono davanti allo sportello con file interminabili di utenti, spesso nervosi per questo) e dei servizi sociali (soprattutto quelli che fungono da filtro e tentano di dare una prima risposta ai vecchi e nuovi disperati della nostra citt ) è risultata essere una somma risibile, molto al di sotto della media della produttività assegnata al resto dei dipendenti.

Essendo i settori Anagrafe e Sociale, come tutti sanno, i settori del Comune di Vicenza che soffrono per mancanza di personale e i cui addetti sono sottoposti ad uno stress lavorativo pesante, in una situazione di disagio anche logistico (vedi stanzone rumoroso dell'anagrafe di Piazza Biade), non è comprensibile che sia assegnata una somma così bassa, come premio di produttività (circa 600 euro sui mille che sono stati distribuiti in media).
È mancata da parte dei dirigenti una comunicazione a riguardo, è mancata la giustificazione di questa disparit di trattamento.
Perché i lavoratori del settore anagrafe e sociale sono considerati meno produttivi degli altri colleghi?
Il nuovo sistema di valutazione che è entrato in vigore nel 2012, mai discusso con la parte sindacale, imposto dall'alto, provoca questi danni materiali e morali ai lavoratori: chi oggettivamente è in prima linea è penalizzato rispetto alla media dei colleghi.
E nessuno dei dirigenti (Castagnaro in primis, visto che è lei la dirigente alle Risorse Umane) si è premurato di capire perché questo sistema ha partorito questi risultati così discutibili e ingiusti. Lei ha solo incassato il premio produttività due anni fa per aver portato a termine senza alcun confronto con la parte sindacale questo discutibile sistema di valutazione, così pure per l'applicazione del software Skema, anche se non si è accorta che questo'ultimo era "bacato" (quando qualcuno gliel'ha detto ha preferito scaricare subito la colpa su una dozzina di ignari lavoratori).

Di questo schiaffo morale e materiale ai lavoratori che operano in prima linea dovranno dare una risposta la super dirigente Castagnaro, e l'iper Direttore Generale Bortoli, e il segretario generale Caporrino. Dall'attuale Sindaco, come gi dimostrano le prime decisioni di giunta sull'assunzione di nuovi dirigenti, c'è da aspettarsi il peggio.
Per questo invitiamo i lavoratori a non rassegnarsi e a protestare presso i loro dirigenti che sono obbligati a fornire tutte le spiegazioni del caso. I super dirigenti stanno facendo il giro per i Comuni d'Italia per trovare ispirazioni per i futuri progetti che giustificheranno premi da capogiro per le loro tasche (mediamente la loro produttività si aggira sui 10-15 mila euro), mentre ai lavoratori sui quali peseranno tali progetti non saranno distribuite neanche le briciole.
È indispensabile che i lavoratori comincino a non collaborare più con questa dirigenza strapagata e improduttiva.

Di Redazione VicenzaPiù | Martedi 2 Luglio 2013

http://www.vicenzapiu.com/leggi/premio-produttivita-dimezzato-ai-lavoratori-comunali-cub-dirigenti-da-cacciare

FaceBook