Il Giorno 5 maggio 2015, a Palermo, è stata scritta una bruttissima pagina nella storia della rappresentanza sindacale: al primo incontro del tavolo tecnico costituito tra ANCI Sicilia e parti sociali per formulare una soluzione condivisa sulla vicenda dei precari storici degli enti locali siciliano, prima di iniziare i lavori, i rappresentanti di CGIL, CISL e UIL HANNO ABBANDONATO IL TAVOLO.

 

 

Motivo della loro decisione: la presenza di sindacati autonomi e del coordinamento spontaneo dei lavoratori. Noi abbiamo una nostra idea sulle reali motivazioni della scelta dei sindacati confederali e che cioè non avessero una posizione o una proposta da esprimere, perciò hanno scelto la via della fuga.


Chi si sottrae al confronto o non riconosce dignità alle altre realtà non ha giustificazioni e chi, fino ad oggi, ha affidato a questi soggetti la propria rappresentanza dovrebbe riflettere e trarne immediate conseguenze. 

Il lavoro del tavolo tecnico è iniziato ugualmente e proseguirà con le organizzazioni sindacali che, di fatto oggi, rappresentano maggiormente i diritti di questi lavoratori. La nostra O. S. ha espresso la propria posizione, affermando che la proposta del tavolo tecnico deve contenere la stabilizzazione a tempo indeterminato di tutta la platea e che non possa prescindere da due punti essenziali:

. RUOLO UNICO AD ESAURIMENTO, CHE CONTENGA TUTTI I LAVORATORI;
. STORICIZZAZIONE DEL FINANZIAMENTO REGIONALE AGLI ENTI.

Questi punti sono contenuti nei disegni di legge 741 e 742, depositati in commissione lavoro dallo scorso anno, e che ci hanno visto partecipi fin dalla loro stesura e durante la loro presentazione ufficiale nella sala gialla di Palazzo dei Normanni. Riteniamo che siano un’ottima base di partenza per un confronto serio, mentre consideriamo la proposta dell’onorevole IACONO un approccio sbagliato, se vuole semplicemente tendere a rinviare la soluzione del problema e considerare una stabilizzazione per una parte dei lavoratori.

 

DOPO 26 ANNI DI ININTERROTTO LAVORO LA STABILIZZAZIONE A TEMPO INDETERMINATO NON PUÒ ESSERE PIÙ RINVIATA E NESSUNO PUO’ ESSERE ESCLUSO!

A risentirne sarebbero anche i cittadini, ai quali molti servizi vengono assicurati anche grazie all’apporto di questi lavoratori, troppo spesso ingiustamente denigrati.

 

GIORNO 13 MAGGIO, ALLE ORE 15:00, IL TAVOLO TECNICO
È RICONVOCATO A VILLA NISCEMI … NOI CI SAREMO!

CHI UNISCE VINCE, CHI DISGREGA NON HA FUTURO!

 

Palermo,lì 09/05/2015



CUB PUBLICO IMPIEGO
Palermo Via P.pe di Granatelli, 28 – 90139

Tel. 091212255/Fax 0917044448
e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

FaceBook