Buongiorno ,
Con la presente la scrivente o.s Cub info e spettacolo e il Comitato Ambiente e Salute del teatro alla Scala intendono intervenire in merito alla bozza di protocollo recentemente stilata dall' R.S.P.P.

foto archivio CUB

Ing. Morelli in collaborazione col medico competente T.Cassina, riguardo al graduale rientro in tutte le sedi del teatro alla Scala.

1) Deve essere prevista, dal nostro punto di vista, la possibilità per tutti i lavoratori che ne faranno richiesta (sia dipendenti della Fondazione sia quelli dei servizi esterni quali ad esempio l'impresa ristorazione Pellegrini , l'impresa cooper pul pulizie , la ditta Engie e quelli del facchinaggio) di accedere al Teatro previo test sierologici e tamponi. Questo al fine di prevenire una ancora possibile diffusione del contagio. Rasserenare l’intero ambiente di lavoro, offrendo certezze a tutti sulla reale situazione in Teatro è importantissimo. Siamo consci che tale Procedura non può garantire una patente di immunità e nemmeno annullare il rischio di trasmissione del virus ma riteniamo possa ridurre in modo significativo i rischi nel periodo di transizione. In attesa di vaccini e antivirali efficaci attivare i controlli è cruciale al fine di non ricadere in un altro lockdown.

2) Le misure concrete per evitare potenziali contagi, devono essere precisate nel nuovo DVR del Teatro, che comprenda il rischio di esposizione ad agenti biologici. In particolare, andranno precisate le soluzioni tecniche e/o organizzative necessarie per il rispetto delle distanze interpersonali, sia negli spogliatoi che nei diversi servizi (es. sartoria) che sul palcoscenico.

3) Nella procedura da voi formulata deve essere scritto a chiare lettere nel caso del verificarsi di un lavoratore positivo o malato da covid 19 l'attivazione dell'aperura dell'infortunio come previsto da circolare I.N.A.I.L. Il medico competente o il medico di base o nei casi gravi il Pronto soccorso devono attivare questa pratica.

Ci aspettiamo immediata e tempestiva risposta dalla fondazione .

Riaprire al più presto é una nostra priorità. Riaprire in sicurezza a tutela della salute dei lavoratori è una priorità superiore che garantirà alla Fondazione, al Pubblico, a Milano bassissimi rischi che non devono compromettere la prossima stagione di rinascita della Scala e della città di Milano.
Rimaniamo a vostra disposizione.

Distinti saluti,

Milano 13 05 2020

Resp. Nazionale Sicurezza Cub
P.g. Sostaro
Presidente Comitato Ambiente e Salute T.Scala
Roberto D'Ambrosio

FaceBook