PRIMO MARZO  MOBILITAZIONE NAZIONALE DEI LAVORATORI IMMIGRANTI - MILANO (Bovisa) ore 17,00 P.zza Schiavone (Passante-Fs Nord- Bus 91-82-3) musica con: JOVICA JOVIC e i muzicanti di Paval-Noy; NUEVA GENERACION (hip hop); LOLO EL GIGA (mambo); GRAN EMPRESA, (reggaeton); EL LOKILLO, la diferencia (reggaeton); Roed ROZA y su Grupo (bachata); SIN FRONTERAS, folk rock fusion latinoamericana. MILANO, 27 febbraio 2010 - ASSEMBLEA LICEO CARDUCCI PER INFORMARSI E DISCUTERE SU: Primo marzo 2010 ore 15,00 mobilitazione/sciopero generale dei lavoratori immigrati. Interverranno Moustapha WAGNE segretario coordinamento Migranti Verona, Ramon VALDIVIESO Movimiento PAIS de Ecuador, Victor VILLANUEVA Movimiento Intecontinental Trabajadores, Orhan Dilber portavoce del collettivo dei sans papier turchi e curdi a Parigi (prendi i volantini in italiano e spagnolo) 


 Primo marzo 2010
mobilitazione generale dei lavoratori immigrati.

Milano (Bovisa) ore 17,00 P.zza Schiavone (Passante-Fs Nord- Bus 91-82-3) musica con:
JOVICA JOVIC e i muzicanti di Paval-Noy;
NUEVA GENERACION (hip hop);
LOLO EL GIGA (mambo);
GRAN EMPRESA, (reggaeton);
EL LOKILLO, la diferencia (reggaeton);
Roed ROZA y su Grupo, (bachata);
IN FRONTERAS (folk rock fusion latinoamericana).

Prendi il volantino da distribuire pronto per la stampa .zip

****************************************************************

 

 

 

Prendi il volantino da distribuire in Italiano .zip

Prendi il volantino da distribuire in Spagnolo .zip

Prendi l'intervista a Orhan Dilber in italiano/francese (10 pag.) .pdf

 

MILANO, 27 febbraio 2010 ore 15,00
Liceo CARDUCCI via Beroldo nr. 9 (MM Loreto - bus 90-91-92)
Assemblea per informarsi e discutere su:
PRIMO MARZO 2010 mobilitazione/sciopero generale dei lavoratori immigrati.
Interverranno:
Moustapha WAGNE segretario Coordinamento Migranti di Verona
Ramon VALDIVIESO – Movimiento PAIS de Ecuador
Victor VILLANUEVA – Movimiento Intecontinental Trabajadores
Orhan Dilber - portavoce del collettivo dei sans papier turchi e curdi a Parigi

In Francia e il Italia il movimento dei lavoratori immigrati ha promosso per l'1 marzo 2010 una giornata di mobilitazione e di sciopero generale contro lo sfruttamento del lavoro e le condizioni di discriminazione che sopportano i lavoratori immigrati.
Il sistema economico capitalista è sottoposto ad crisi economica è profonda e strutturale. che fa ricadere sui lavoratori, in particolare gli immigrati: privatizzazioni dei servizi pubblici, tagli allo stato sociale, lavoro precario e irregolare, cassa integrazione, licenziamenti.
In Italia, negli ultimi 15 anni, gli interventi di politica economica hanno trasferito 120miliardi di Euro dai salari ai profitti: 7mila euro medie all'anno sono state perse da ogni singolo lavoratore, in attività o in pensione, a favore dei padroni italiani.
In più, il recente “decreto sicurezza” del governo Berlusconi sanziona l'immigrato indocumentato con il reato penale di “clandestinità”, che si aggiunge alla legge Bossi/Fini che colpisce il lavoratore immigrato che, quando perde il lavoro, dopo sei mesi perde anche il permesso di soggiorno: doppiamente discriminato e sfruttato.
In Lombardia gli immigrati sono circa 850mila (su una popolazione di 9.700mila) e lavoratori immigrati sono circa 567mila: manodopera utilizzata e sfruttata nell'agricoltura (15mila), nell'industria (120mila), nell'edilizia (92mila), nel commercio (40mila), nei servizi (300mila).
La reazione disperata degli immigrati che lavoravano a Rosarno, nel settore agro-industriale della Calabria, è stata causata dai gravi atti di violenza cui, da tempo, sono stati fatto oggetto, e dalla diffusa e permanente condizione di estremo ed assoluto sfruttamento cui è sottoposta la forza-lavoro agricola immigrata, attuato dalle imprese che operano in quel settore produttivo, che vogliono assicurarsi, con ogni mezzo lecito ed illecito, la massimizzazione dei loro profitti economici.
Tale reazione è stata presa a pretesto dal Governo Berlusconi per riprendere ed intensificare la campagna discriminatoria contro i lavoratori immigrati (repressione, allontanamento e confinamento nei vari centri per immigrati).
Lottiamo per la regolarizzazione di tutti i lavoratori immigrati indocumentati, per la cittadinanza, per l'estensione dei diritti  civili, sociali e politici agli immigrati, per la difesa dei posti di lavoro e contro i licenziamenti, per il diritto alla casa e all'istruzione.

Lavoratori e lavoratrici, italiani e immigrati, uniti nella lotta comune per la difesa e la conquista dei diritti.

NO al RAZZISMO, NO allo SFRUTTAMENTO!

Milano 26 1 2010

CUB Immigrazione
Sede nazionale viale Lombardia, 20
Milano tel. 0270631804

 **********************************************************

Come raggiungere La SALA di Via Beroldo 9 (presso il LICEO CARDUCCI)
 
IN TRENO: Da stazione centrale FS a piedi 5 minuti (via Andrea Doria, via Montepulciano, via Beroldo 9)
DA aeroporto LINATE:   Da aeroporto di Linate: autobus 73 fino a capolinea San Babila, poi MM1 linea rossa direzione SESTO fino a Loreto e da Piazzale Loreto a piedi per Viale Brianza, la 2° a destra è Via Beroldo
IN AUTO:   tangenziale est Milano uscita  LAMBRATE direzione centro, Via Rombon sempre diritto si arriva a Piazzale Loreto poi a dx viale Brianza e la 2° a destra è via Beroldo
METROPOLITANA: MM1 lina rossa direzione SESTO fino a Loreto e da Piazzale Loreto a piedi per Viale Brianza, la 2° a destra è Via Beroldo

**************************************************************

COMUNICATO
 
Informiamo che il Consiglio di Zona 3 di Milano, a proprio arbitrio, ha revocato l'autorizzazione a concedere la sala consiliare per l'assemblea del 6 febbraio 2010, per la preparazione della  mobilitazione/sciopero generale dei lavoratori immigrati e italiani del primo marzo 2010.
La CUB è stata costretta a stabilire altra sede e altra data, per lo svolgimento dell'assemblea..
Invitiamo lavoratrici e lavoratori, associazioni, sindacati, singoli soggetti a partecipare alla nuova assemblea del 27 febbraio 2010, presso il Liceo Carducci, via Beroldo 9 (Milano), metro verde e rosso Loreto, bus 90-91-92, così come è specificato nel volantino.

CUB-Immigrazione  
Milano - Viale Lombardia 20;
tel. 02/70631804-02/70634875;
fax 02/70602409.
www.cubvideo.it
e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

 

FaceBook