Rajaa di Cub Immigrazione Milano

Intervento in assemblea davanti Prefettura Milano

Yessica Cub Innigrazione Milano 

Hazal Cub Immigrazione 

Per  riprese video della manifestazione di oggi ringraziamo il militante  Luciano  

 

SANATORIA 2020, ANCORA NESSUNA CERTEZZA. A MILANO CUB IMMIGRAZIONE CHIEDE UN INCONTRO URGENTE AL PREFETTO E ORGANIZZA UN PRESIDIO

Milano, 10 aprile 2021 - Vanno a rilento le procedure per le domande di Sanatoria 2020. In Italia ne sono state presentate 207.000, 26.144 solo a Milano e provincia. Di queste domande solo il 5% è arrivato nella fase finale della procedura. In circa 40 prefetture non risultano nemmeno avviate le convocazioni. Secondo le Prefetture la lentezza è dovuta alla mancanza di personale per visionare le domande: “Ma se per chiedere i 500 euro della sanatoria e per i contributi sono stati velocissimi - denuncia CUB Immigrazione - allora perché per il rilascio dei permessi di soggiorno siamo ancora fermi?”

La CUB immigrazione ha quindi deciso di indire un presidio per LUNEDI 12 APRILE alle H: 11:00 alla Prefettura di Milano (Corso Monforte, 31) ed ha avviato la richiesta di un incontro urgente con il Prefetto.

Questa lunga attesa provoca enormi problemi per le persone migranti: “Non possono aprire un conto corrente, prendere una casa in affitto e avere un medico di base – aggiunge CUB immigrazione – Non riescono a realizzare un lavoro regolare in assenza del permesso di soggiorno. Sul fronte Covid-19 non possono accedere al vaccino perché sono ancora irregolari sul territorio. Inoltre rischiano di essere vittime di soprusi da parte dei datori di lavoro che li ricattano per la loro condizione vulnerabile”.

Anche per tutelare la Salute pubblica, è fondamentale che si completi la procedura della Sanatoria e vengano rilasciati i permessi di soggiorno: “È importante garantire una più efficace programmazione vaccinale e una quanto più ampia copertura della popolazione – conclude CUB immigrazione – Ma come si fa se mantengono parte della popolazione migrante in questa situazione di irregolarità?”

-------------------------------------------------

SANATORIA 2020: ZERO CERTEZZE A MILANO COME NEL RESTO DELL ' ITALIA
La lentezza delle prefetture è dovuta alla mancanza di personale per vedere le domande di Sanatoria.
Ma se è stato molto veloce chiedere i 500 euro nel sanatorio e i contributi, perché siamo ancora fermi nel rilascio dei permessi di soggiorno?
Ci sono 207.000 domande di Sanatoria presentate in Italia, 26.144 solo a Milano.
500 euro per accedere alla richiesta, 16 euro di diritti di campanello e anche oggi contributi: tutto quello che voi lavoratori migranti avete pagato spesso.

E ci sono anche datori di lavoro crescenti che vogliono rinunciare a Sanatoria perché è passato troppo tempo, perché ci sono troppi contributi da pagare allo Stato, perché (per quanto riguarda colf e assistenti) gli anziani signori che vengono curati muoiono.


Il tempo passa, i soldi vengono spesi, ma quando ci daranno il permesso di soggiorno che è un nostro diritto?
Solo il 5 % delle domande è arrivato alla fase finale della procedura.
In circa 40 prefetture, non si iniziano nemmeno i bandi. Per tutelare anche la salute pubblica, è essenziale completare la procedura di sanatoria e rilasciare permessi di soggiorno. È importante garantire una pianificazione di vaccinazione più efficace e la maggiore copertura possibile della popolazione, ma cosa facciamo se ci mantengono in questa situazione di irregolarità?


Come CUB Immigrazione chiediamo al Prefetto di Milano un'intervista urgente per presentare i problemi causati da questa lunga attesa:
- Incapacità perché i migranti aprano un conto corrente, prendano una casa in affitto e abbiano un medico di intestazione
- Difficoltà a poter continuare il lavoro regolare a causa della mancanza di diritti dovuta all'assenza di un permesso di soggiorno
- Invisibilità al tracciamento di Covid-19, incapacità di accedere al vaccino perché continuano ad essere irregolari sul territorio
- Violenza fisica, verbale ed economica da parte di molte persone anziane (e delle loro famiglie) con il ricatto del Sanatoria e il Permesso di Residenza.
Allo stesso tempo organizzeremo un presidio sotto la Prefettura di Milano per raccogliere tutti i suoi problemi, per far sentire le nostre voci senza essere ascoltate e per premere esternamente sul Prefetto mentre siamo in conversazione con lui.
Vieni a raccontare le tue conoscenze.
Chi può prendersi cura dei nostri diritti come persone straniere se non noi stessi?

8.4.2021 Cub Immigrazione 

link FB

 Andiamo ad incontrare Prefetto di Milano lun 12 aprile  h 11 C.so Monforte 

 

FaceBook