Polo Chimico di Rodano: Dopo il presidio davanti alle portinerie MAGAZZINO E PULIZIE ANTIBIOTICOS hanno concluso l’accordo per il passaggio alla nuova societàà salvaguardando diritti e respingendo la manovra per renderli soci lavoratori con retribuzioni inferiori.

 

Comunicato Stampa

Polo Chimico di Rodano: magazzino e pulizie Antibioticos concluso l’accordo per il passaggio alla nuova societàà salvaguardando diritti e respinta la manovra per renderli soci lavoratori con retribuzioni inferiori.
Manca ancora il pagamento dello stipendio da aprile alle lavoratrici delle pulizie.

Si è concluso venerdì 30 maggio l’accordo con il consorzio Incarica e Risorse Brianza che subentra nella gestione dei magazzini e pulizie della ditta Antibioticos di Rodano (Mi) e Settimo Torinese e assume come dipendenti i 24 lavoratori e lavoratrici.
La proposta iniziale di passarli a soci (con diritti minori) e a 6, 80 euro ora a paga globale (cioè comprensiva di 13esima, ferie, rol, esclusa la 13esima) è stata rifiutata e respinta grazie anche allo sciopero a cui con un gesto di solidarietà hanno aderito decine di lavoratori delle altre aziende del polo chimico.
E’ stato respinto anche un tentativo spurio di dare il salario di 6,35 euro del livello più basso a tutti e il resto in superminimo non applicando il contratto ma un regolamento della cooperativa. Nel confronto per l’accordo si è ipotizzato la costituzione di una societàà srl o spa che renderebbe tutto più semplice. Ancora una volta un appalto gestito probabilmente con il taglio dei costi ha prodotto tensioni e scioperi per difendere l’esistente per non subire peggioramenti.
Il sindacato CUB denuncia la politica del massimo ribasso nel pubblico come nel privato. La Corte dei Conti dice che nel pubblico fatti i conti alla fine l’appalto costa di più. Tale politica nel privato porta le societàà che subentrano a provare a ridurre salari e diritti… e a volte solo l’azione sindacale e collettiva può impedire che avvenga.
Mentre tutti si sciacquano la bocca dicendo che i salari sono bassi si agisce per rivedere i contratti al ribasso. In questo caso Antibioticos è responsabile di una scelta che ha prodotto proteste e lotte. Dall’altra parte esistono contratti firmati da associazioni padronali e alcuni sindacati e regolamenti delle cooperative tipo dumping che cercano di rendere legale l’abbassamento dei salari e dei diritti.
E non è ancora finita perché la societàà fuoriuscita Facility Group e Antibioticos sono responsabili solidali degli arretrati di aprile dei quali vogliamo l’immediati pagamento martedì altrimenti dovremo decidere altre iniziative per garantire alle famiglie delle “donne delle pulizie” di Rodano e tutto il personale di Settimo Torinese il salario mancante.
Né Antibioticos né Facility Group possono pensare che seguiremo solo le vie legali. Ci saranno inoltre lo stipendio di maggio, il TFR e altri arretrati per mancate applicazioni del contratto che dovranno essere risolti in tempi rapidi.


Milano, 31 maggio 2008

CUB Confederazione Unitaria di Base
20060 Cassina de’ Pecchi Via Marconi 38 tel. 0295341107 fax 0295288938
20131 Milano - V.le Lombardia, 20 - Tel. 02/70631804 - Fax 02/70602409
e mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FaceBook