Elezioni RSU-RLS Az Servizi di Magliana-Roma: LETTERA APERTA AI PRECARI DEL CALL-CENTER

Come sapete è iniziata la propaganda delle altre OO.SS
. contro le votazioni delle RSU-RLS di AZ Servizi di Magliana nel tentativo di sabotare una elezione democratica di rappresentanti eletti da TUTTI i colleghi della nostra unità produttiva.

Questa mattina, i delegati di alcune altre OO.SS., nel tentativo di confondere le idee sull’importanza delle elezioni di rappresentanti che dovranno tutelare TUTTI i dipendenti (precari e fissi) in questa particolare fase di vita aziendale (…di Az Servizi in particolare!), si sono “accalorati” per sconsigliare di andare a votare.
Una cautela suggerita in modo da non consentire l’apertura dei tavoli aziendali a chi, essendo eletto, a detta loro, farebbe saltare la vostra stabilizzazione.
Risibile, peraltro, è il racconto per cui tali trattative si sarebbero arenate a fronte della denuncia presentata dalla Cub Trasporti per l’utilizzo illegittimo dei Co.Co.Pro.: un esposto che, a sentir loro, con la multa ha “prosciugato” risorse economiche destinate alla vostra stabilizzazione.
La realtà è un’altra. Az Servizi ed Alitalia stanno chiedendo uno sconto sulle multe e stanno adoperandosi per evitare di versare i contributi evasi, chiedendo al Governo una sanatoria che scaricherebbe sui contribuenti la montagna di denaro che l’azienda dovrebbe pagare per l’illecito utilizzo dei Co.Co.Pro.
La Cub Trasporti, a fronte di ciò, sta  chiedendo al Governo di esigere, in cambio dell’eventuale approvazione della sanatoria sulle multe e sui contributi evasi, la stabilizzazione di migliaia di lavoratori sia al call-center che allo scalo.
D’altra parte cosa avremmo dovuto fare con i Co.Co.Pro., altri precari come Voi? Continuare a tacere? Tollerare l’evasione contributiva operata da anni ai danni di chi, peraltro, non aveva il diritto alle ferie, al TFR, alla malattia oltre che, come Voi, l’incertezza di un contratto in scadenza?
Sarebbe interessante sapere cosa quegli stessi delegati racconta invece ai Co.Co.Pro.: potremmo presentarvene alcuni a cui hanno raccontato, pur di riuscire ad ingannarli, di essere stati loro ad effettuare la denuncia.
E poi una considerazione: la precarietà che assilla voi da anni è frutto degli accordi sottoscritti dalle altre sigle o dalla Cub che è stata esclusa dai tavoli aziendali?
A noi sembra evidente di chi sia la responsabilità à. Altro che storie!
Al contrario, con le l’elezione delle RSU-RLS vorremmo riuscire a far eleggere dei rappresentanti con il diritto di indire le assemblee per decidere, anche insieme a voi, come poter uscire dallo sfruttamento della precarietà.
Ve l’hanno forse detto che c’è il rischio che anche al call-center si applichi il contratto di apprendistato, cioè un altro contratto a tempo determinato per altri anni ancora? Ve l’hanno forse detto che in preparazione di questo le altre sigle hanno firmato il 3-8-07 l’applicazione dell’apprendistato nella nostra azienda?
Vi invitiamo, invece, a farvi spiegare il perché le altre sigle non hanno accettato di affrontare una elezione democratica, che coinvolge iscritti e non-iscritti ad alcun sindacato.
Sarebbe interessante sapere cosa vi raccontano e poi confrontarlo con ciò che dicono nei settori ove hanno indetto le RSU-RLS. Anche in Alitalia stessa, ad esempio, tra gli Assistenti di Volo.
Non lasciatevi ingannare ancora!
Venite a votare alle RSU: contro la precarietà e contro lo smembramento.

Per difendere il vostro futuro…c’è bisogno del vostro voto!

Roma 29-11-07                                     
Cub Trasporti

FaceBook