Vertenza Alitalia   

ALITALIA: TESTO DELL'ACCORDO di SMEMBRAMENTO DELL'ALITALIA 23 set 04  (.pdf)

HANNO FIRMATO L’ACCORDO
PER IL PERSONALE DI TERRA: SACRIFICI e 2.490 ESUBERI ! 
UN’ALTRA FIRMA ALL’INSAPUTA DEI LAVORATORI
 
Prosegue l’attacco al salario e alle condizioni dei lavoratori di terra della Compagnia di Bandiera: una delle categorie con il più basso costo del lavoro rispetto a quello delle principali Compagnie in Europa. 
L’altra notte, all’insaputa della categoria, cgil, cisl, uil, ugl e sult hanno sottoscritto l’ennesimo contratto a perdere per i lavoratori di terra dell’Alitalia, già sottoposti a pesantissimi tagli salariali negli ultimi anni. 
Senza alcun CONFRONTO PREVENTIVO le 5 sigle presenti alla trattativa, SENZA RISPETTO DELLA DEMOCRAZIA, hanno firmato inaccettabili sacrifici per operai ed impiegati:
1 - mancato adeguamento dei salari all’inflazione per gli anni 2004 e 2005;
2 - mancato recupero salariale dell’inflazione reale verificatasi negli anni 2002 e 2003;
3 - blocco delle maggiorazioni straordinarie per le prime 10 ore eccedenti l’orario ordinario, da recuperare in permessi dal lavoro concordati in base “alle esigenze di servizio”;
4 - blocco della retribuzione dei riposi compensativi  fino al termine del 2006;
5 - blocco della corresponsione degli importi dovuti dalle aziende nel Fipa fino a tutto il 2006;
6 - allungamento a 20 giorni del termine di preavviso per la fruizione dei Congedi Parentali;
7 - introduzione nel contratto delle disposizioni previste dalla Legge Biagi, le cui modalità di applicazione saranno quanto prima definite e “condivise” dai sindacati; 
Ancor più pesante è la sottoscrizione da parte di cgil, cisl, uil, ugl e sult degli esuberi tra il personale di terra: ben 2490 lavoratori “in eccedenza” a cui applicare cassa integrazione e mobilità!
UN ACCORDO INACCETTABILE E PERICOLOSO
Con tale accordo oltre a sancire il ridimensionamento dell’Alitalia con la condivisione del “Progetto industriale” (vedi testo dell’intesa) si taglia la busta paga dei lavoratori prima della loro definitiva espulsione in altre aziende. Una scelta per vendere meglio i lavoratori!  
Un regalo a chi rileverà le attività svendute dall’Alitalia. Troverà personale a bassissimo costo, i cui salari  non avranno recuperato la perdita di potere di acquisto subita negli ultimi anni né al tasso definito nel D.P.E.F. dal Governo tantomeno a quello, calcolato oltre il 13% medio, realmente raggiunto. 
Oltre al danno anche la beffa: espulsi dalla Compagnia e saccheggiati nei diritti e nei salari! NON ERANO QUESTI GLI OBIETTIVI DELLE MOBILITAZIONI DEI LAVORATORI 
E’ GIUNTO IL MOMENTO DELLA DISDETTA DI MASSA DA QUESTI SINDACATI:PREGIUDICANO IL NOSTRO FUTURO, SVENDONO I NOSTRI SALARI, I NOSTRI DIRITTI, LA NOSTRA DIGNITÀ 
CONTINUA IL PRESIDIO ALLA TENDA DEI LAVORATORI IN LOTTA INCONTRIAMOCI ED ORGANIZZIAMOCI CON LA C.U.B.
UN ALTRO PIANO È POSSIBILE!
ASSEMBLEA DEI LAVORATORI ALITALIA
LUNEDÌ 20 SETTEMBRE 2004 - DALLE ORE 15,30
PIAZZALE ANTISTANTE IL CENTRO DIREZIONALE AZ 

17 SETTEMBRE 2004                      
                                        C.U.B. TRASPORTI
.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-
SCIOPERO LAVORATORI AZ N.C.D. E DSR
(SETTORI NON OPERATIVI - NON SOGGETTI ALLA L.146/90 E 83/00)
VENERDI 24 SETTEMBRE 2004
DALLE ORE 10.00 A FINE TURNO
STANOTTE È STATO FIRMATO IL PIANO DI SMEMBRAMENTO DELL’ALITALIA:
AI SACRIFICI SI AGGIUNGE IL DANNO DELLA LIQUIDAZIONE DELLA COMPAGNIA DI BANDIERA
L’ACCORDO PREVEDE LA NASCITA DI AZ SERVICE IN CUI TRAVASARE I LAVORATORI DI TERRA:
ALL’INIZIO SARÀ PARTECIPATA DA ALITALIA CHE POI SCENDERÀ FINO AL 51% 
E’ CERTO CHE AZ SERVICE SARÀ DEFINITIVAMENTE CEDUTA ENTRO MARZO 2005 
I PRIMI AD ESSERE CEDUTI SARANNO I LAVORATORI DELLA DSR, CORPORATE, ATITECH PER POI PROSEGUIRE CON AZ AIRPORT E MANUTENZIONI 
CONTRO IL PIANO CIMOLI,
CONTRO LO SMEMBRAMENTO, CONTRO LA LIQUIDAZIONE DELLA COMPAGNIA DI BANDIERA, CONTRO IL PRECARIATO,
PER UN’AZIENDA UNICA, PUBBLICA 
LO SCIOPERO È INDETTO NEL RISPETTO DELLA LEGGE VIGENTE E POSSONO ADERIRE TUTTI I LAVORATORI DEI SETTORI NON OPERATIVI
Magliana, 24-09-04                                                                                     
                                    C.U.B. TRASPORTI
FaceBook