gruppo FIAT

CONTRATTO INTEGRATIVO:


LA PIATTAFORMA E' UNA FARSA


Come ormai consuetudine FIM FIOM UILM hanno preparato in "clandestinità" una piattaforma per il rinnovo del contratto interno che non risponde alle esigenze dei lavoratori.

Fermo restando tutti i vari aspetti, nello specifico del salario apparentemente si chiedono due milioni in quattro anni, ma se si mantiene la famosa formula per calcolare il PPG e i vari indici inventati è evidente a tutti che sarà la FIAT a decidere anno per anno quanto dare.

Così è successo nei quattro anni precedenti che a fronte di due milioni concordati abbiamo preso solo 800.000 lire.

L'esperienza ha dimostrato che con questi accordi per i lavoratori non c'è nulla quando le cose vanno bene mentre c'è una consistente diminuzione salariale quando le cose vanno meno bene.

Intanto il 6-7-2000 FIM FIOM UILM e FIAT hanno fatto un accordo in base al quale ci verranno dati a luglio 8.000 lire in più del 1999, alla faccia degli aumenti di cui si parla.

LA FLM UNITI PROPONE

  • L'aumento del salario deve essere certo e consistente e non legato a nessuna formula.
  • Occorre che i soldi siano dati sulla paga base in modo che non ci siano equivoci di sorta.
  • Per quanto riguarda le prospettive è necessario poi che si apra una discussione con G.M. perché ormai è con i veri padroni che bisogna confrontarsi.

Se si vuole la partecipazione dei lavoratori è necessario come minimo che la piattaforma porti avanti i loro interessi.

LA PIATTAFORMA PRESENTATA DA FIM FIOM UILM NON AFFRONTA I PROBLEMI DEI LAVORATORI. ( salario, orario, condizioni di lavoro, decentramento, ecc. )

IL REFERENDUM E' SOLTANTO UNA INUTILE SCENEGGIATA.

INVITIAMO I LAVORATORI AD ORGANIZZARSI NEL SINDACALISMO DI BASE PER RIPRENDERE L'INIZIATIVA SUI LORO PROBLEMI.

10 LUGLIO 2000                                                            

    FLM UNITI ARESE
Gruppo FIAT e l' integrativo farsa

FaceBook