La Kascina popolare è diventata negli anni un punto di riferimento fondamentale per le esperienze di auto organizzazione

delle lotte radicali dei lavoratori che hanno attraversato Bergamo e provincia a partire dal 2010, oltre ad essere un spazio attraversato da vari progetti sociali e culturali per il quartiere e la cittadinanza.

Anno dopo anno le collaborazioni si sono intensificate con la varie realtà del territorio sia all’interno delle mura dello stabile di via Ponchia che negli spazi comuni, che ai cancelli delle fabbriche di volta in volta in lotta, combattendo l’esclusione e le ingiustizie che viviamo quotidianamente .
La conflittualità sociale, antifascista e anti sessista, a nostro avviso, deve andare di pari passo con lo sviluppo e la crescita di conflittualità radicale nei posti di lavoro dove lo sfruttamento devasta nel profondo le vite di tutti i proletari.
E’ per questo che ci stringiamo attorno al collettivo della Kascina certi che ritorneremo insieme ad organizzare mobilitazioni significative non solo per il territorio di Bergamo.

No alla città vetrina che nasconde ogni tipo di sopraffazione
Si ad una mobilitazione generale unitaria contro ogni tipo di sfruttamento e discriminazione.

 
7.10.2020 - Coordinamento provinciale Cub Bergamo

 
FaceBook