Lunedì 29 aprile dalle ore 13,00 alle 15,00 i lavoratori di CUB-Poste organizzano un'iniziativa con volantinaggio davanti al centro di Roserio

Mentre nei confronti dell'esterno l'Azienda Poste mostra il volto della “modernità”, della “sensibilità democratica”, del “dialogo tollerante”, all'interno, precisamente al CMP di Milano Roserio oggi, quest'anno, organizza turni di straordinario proprio nella giornata del 1° maggio: giornata conquistata solo grazie alle dure lotte dei lavoratori come giornata di “rivincita” sociale contro una quotidianità che li condanna allo sfruttamento del lavoro salariato.
E' una giornata internazionalista: ovunque nel mondo i lavoratori scendono nelle piazze, conquistando per un giorno un potere che allude a quello reale; manifesta sia nei paesi dove è permesso, perchè strappato, sia in quelli dove è vietato, sfidando polizia e corpi della repressione mai domi quando si tratta del movimento dei lavoratori.

Poste ha l'obiettivo di produrre ad ogni costo, e qualsiasi sosta è per essa lazzarona, perdi-tempo, improduttiva. Il profitto a cui si sono inchinati e a cui piegano l'organizzazione del lavoro nei centri di lavoro postale (CMP, logistica, recapito, sporetelleria) è accompagnato da un diffuso e pericoloso clima repressivo, da minacce, provvedimenti disciplinari, sanzioni, multe...

IL 1° MAGGIO NON SI LAVORA, SI LOTTA – E' SCRITTO SULLE BANDIERE DEI LAVORATORI!

Lunedì 29 aprile dalle ore 13,00 alle 15,00 i lavoratori di CUB-Poste organizzano un'iniziativa con volantinaggio davanti al centro di Roserio

26 aprile 2019

CUB-Poste
CUB - Confederazione Unitaria di Base
Milano, V.le Lombardia 20 - tel. 02/70631804
e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cub.it

     volantino-crumiraggio-cub-posta-1° maggio.pdf

 

FaceBook