Indice articoli

LA RETRIBUZIONE DI RIFERIMENTO PER IL CALCOLO DELLE TRATTENUTE PREVIDENZIALI ED ASSISTENZIALI.

 

Costituiscono reddito da lavoro dipendente, e vanno assoggettate a contribuzione, tutte le somme ed i valori, a qualunque titolo percepiti anche sotto forma di erogazioni liberali, per il rapporto di lavoro.

Sono escluse dalla base imponibile ai fini contributivi: tfr, incentivi all'esodo, malattia, infortunio maternit , cigs e salario derivante da accordi aziendali soggetto a decontribuzione e i ticket.

Il salario aziendale legato alla produttività , qualità , andamento economico dell'impresa non é soggetto a trattenute previdenziali per il lavoratore e è assoggettato ad un contributo ridotto al 25% a carico dell'azienda con un importo non superiore al 3% della retribuzione annua.

 

CONTRIBUTI PER LE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI ED ASSISTENZIALI A CARICO DELL'AZIENDA E DEL LAVORATORE.

 

La busta paga riporta i contributi a carico del lavoratore trattenuti e successivamente versati dall'azienda agli istituti previdenziali per pensione, malattia, maternit , assegni familiari, cassa integrazione, mobilità e disoccupazione. L'entit di queste trattenute è definita per legge.

Aliquote contributive in vigore dal 1° gennaio 2013.

Industria in genere con oltre 50 dipendenti.

Operai Impiegati

A carico del lavoratore totale 9,49 9,49
Cosi ripartite:

Fondo pensioni 9,19 9,19

Cassa integrazione guadagni s.ria(cigs) 0,30 0,30
A carico dell'azienda totale 31,38 29,16

Cosi ripartite:
fondo pensioni 23,31 23,31
disoccupazione 1,61 1,61
contributo assegno nucleo familiare 0,68 0,68
cassa integrazione guadagni ordinaria 2,20 2,20
cassa integrazione guadagni straordinaria 0,60 0,60
contributo mobilità 0,30 0,30
Contributo indennit malattia 2,22
Contributo indennit maternit 0,46 0,46

 

LE TRATTENUTE FISCALI

 

Oltre alle trattenute previdenziali ed assistenziali, sulla retribuzione del lavoratore dipendente l'azienda provvede a calcolare, trattenere e versare allo stato, le tasse per conto del proprio dipendente. Le tasse vengono calcolate sulla cosiddetta "retribuzione imponibile" che è quella al netto delle trattenute previdenziali ed assistenziali.

Il salario derivante da accordi finalizzati all'aumento della produttività , entro un massimo di 6.000€ , e per quanti hanno un reddito massimo di 35.000 €, è tassato al 10%.
Se possiede anche altri redditi o può far valere spese deducibili (mutuo, spese mediche, scolastiche ecc.), dovr provvedere alla dichiarazione dei redditi con modello 730 o Unico.
La detassazione di straordinari e premi. Per il 2013 agli accordi aventi come obiettivo maggior produttività , si applica la tassazione al 10% (a fronte delle aliquote ordinarie previste che vanno dal 23% al 43%) per tutto l'anno.

Per accede all'agevolazione di reddito di lavoro dipendente utilenon deve superare 40.000 euro del 2012 e l'importo detassato inferiore a 2.500€ annui.

 

FaceBook