CUB Pubblico Impiego Vicenza SCUOLE D’INFANZIA E ASILI COMUNALI A RISCHIO CHIUSURA A SETTEMBRE - Il Sindaco si lamenta del fatto che tutti gli rinfacciano i costi del suo portavoce e del suo staff, che gravano pesantemente sulle spese del personale, e non va oltre. <RASSEGNA STAMPA>

PRENDI L'ARTICOLO de "il Giornale di Vicenza" in formato .pdf 


SCUOLE D’INFANZIA E ASILI COMUNALI A RISCHIO CHIUSURA A SETTEMBRE

Il prossimo anno scolastico è alle porte e nessuna decisione politica è stata ancora presa dal Sindaco e dalla Giunta su come potranno avvenire le aperture di scuole e nidi comunali, visto che tutto il personale precario che garantisce le sostituzioni di personale, o che copre posti vacanti di personale, sarà definitivamente licenziato alla fine di quest’anno scolastico e quindi a giugno/luglio prossimi. Il Consiglio Comunale, a differenza di altri enti analoghi, è estromesso da ogni decisione a riguardo e anche da qualsiasi altro tipo di informazione. Così pure i genitori dei bambini utenti dei servizi rivolti all’infanzia.

I genitori dei bambini utenti dei servizi comunali all'infanzia, da gennaio 2012 non hanno più alcuna certezza sulla qualità del servizio offerto ai loro bimbi in quanto la sostituzione, di personale assente è improvvisata ogni giorno. Gli insegnanti di sostegno sono sottratti ai bambini che necessitano di attenzioni maggiori, per coprire i buchi  e le assenze dei colleghi.  Il personale educatore è strappato alle loro classi  per tamponare assenze di colleghi di altre strutture e in questo modo salta il legame educativo già avviato con il bambino che diventa vittima muta di un continuo turnarsi di personale. Si tratta di educatrici o insegnanti che sono inserite in classi e strutture educative ben precise da tempo e che hanno avviato con i bambini rapporti e conoscenze educative importantissime.
 
In più c'è carenza di operatori scolastici (36 posti vacanti coperti da precari) e quindi non si sa bene come possano avvenire correttamente le pulizie all'interno dei locali con personale ridotto all'osso come sta avvenendo in questi mesi. Il personale di ruolo è stremato per il pesante ricorso all'orario straordinario.

Il Sindaco, invece di fornire risposte serie alle preoccupazioni di utenti e lavoratori sul futuro dei servizi all’infanzia, si lamenta del fatto che tutti gli rinfacciano i costi del suo portavoce e del suo staff, che gravano pesantemente sulle spese del personale, e non va oltre.

I lavoratori sono impauriti perché sono sottoposti al ricatto occupazionale (è il caso dei precari) e perché si continua ad agitare lo spettro delle privatizzazioni dei servizi.

Chi tutela i nostri bambini?
E’ giunto il momento di farsi sentire: invitiamo i genitori a costituirsi in comitati, così come sta avvenendo in altri comuni d’Italia, per pretendere risposte dall’amministrazione sul futuro dei servizi comunali rivolti all’infanzia e sulle scelte politiche che il Sindaco intende perseguire per salvaguardare questo importantissimo servizio pubblico.

Riportiamo di seguito alcuni dati tecnici:

LA SPESA PER IL PERSONALE PRECARIO

In questi giorni ci sono stati consegnati dal responsabile dell’Ufficio Stipendi, i dati di spesa del personale precario che di seguito riassumiamo, e che comprendono non solo i lavoratori supplenti di nidi e materne, ma anche i dirigenti a tempo determinato (che sono decisamente sopra i limiti fissati per legge), e tutto lo staff –precario - del Sindaco (assunti senza concorso):

Spesa totale personale precario anno 2009                          €       2.520.066,48

Quanto si può spendere nel 2012 (50% del 2009)                €      1.260.033,24
    
Quanto pesano le spese per il personale di staff e dei dirigenti a tempo determinato sul totale di questa spesa?

Spese di staff annue                                                         €        161.581,00
(sono espresse per difetto perché un addetto
è stato assunto  a fine anno 2011, e quindi la spesa
annua è più alta di quella che ci è stata fornita):

Spese per i Dirigenti a tempo determinato                          €        410.969,00
Totale costo Dirigenti-staff precari anno 2012                      €        572.550,00

Resto “spendibile”                                                           €        687.483,00
per assunzioni di personale precario anno 2012

Da questi dati si evince che lo staff del Sindaco e i Dirigenti a termine “mangiano” metà del budget di spesa per l’assunzione di personale precario. E’ questo il dato “politico” che emerge ora con chiarezza ufficiale.

E’ questa notizia che è stata tenuta nascosta da certa stampa locale, e che ha dato fastidio ai nostri amministratori: è la prova che se un buon amministratore vuole salvare i servizi all’infanzia deve fare delle scelte politiche ben precise, che vanno nella direzione opposta a quella che emerge da questi dati.


CUB Vicenza
Via Napoli 62 telefono 0444 322964


Confederazione Unitaria di Base
CUB Pubblico Impiego Vicenza Via Napoli, 62
Tel/fax 0444 322964
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

***********************************************************************************

 Asili Nido articolo - Il giornale di vicenza - SCUOLE D’INFANZIA E ASILI COMUNALI A RISCHIO CHIUSURA A SETTEMBRE

 

***********************************************************************************

FaceBook