Argol. E’ prevista già per domani presso la Regione Lazio la trattativa con Alitalia-Cai, sulla questione che vede i 76 lavoratori di quest’azienda prossimi al licenziamento a fine mese. Argol, anche Sabelli non faccia come Ponzio Pilato. I lavoratori si sono distesi davanti ai tornelli aspettando di incontrare l’amministratore delegato di Altalia-Cai Rocco Sabelli. <VIDEO> I lavoratori della ARGOL intervistati da "serviziopubblico.it". 



<VIDEO> Parlano i lavoratori della ARGOL da "serviziopubblico.it"

 

argol sulla torre 2012-01-30Argol, domani si tratta
E’ prevista già per domani presso la Regione Lazio la trattativa con Alitalia-Cai, sulla questione che vede i 76 lavoratori di quest’azienda prossimi al licenziamento a fine mese.

 
Milano, 26 gennaio 2012. E’ previsto per domani alle 12.40, presso la Regione Lazio, l’incontro tra i rappresentanti di Alitalia-Cai e Argol in merito al licenziamento dei 76 lavoratori della stessa Argol, rende noto CUB Trasporti, il cui esito verrà reso noto lunedì prossimo alle organizzazioni sindacali e alle parti sociali.
 
Il 27, e quindi non più il 30 gennaio, come previsto in precedenza (considerato che l’ultimo giorno di lavoro dei dipendenti Argol sarebbe stato il 31 prossimo, ndr), anche a seguito dell’azione di stamane, in cui i 76 hanno fatto ingresso presso la Palazzina RPU, nell’area tecnica dell’aeroporto di Fiumicino, presso i tornelli al piano terra, dove sono distesi, protesta interrottasi quando è stata resa nota la notizia dell’incontro.

CUB - Confederazione Unitaria di Base
V.le Lombardia, 20 - 20131 Milano
Tel. 02 70631804 - Fax 02 70602409


*************************************************************

 Argol, anche Sabelli non faccia come Ponzio Pilato
76 lavoratori prossimi al licenziamento a fine mese si sono distesi davanti ai tornelli aspettando di incontrare l’amministratore delegato di Altalia-Cai Rocco Sabelli.

 
Milano, 26 gennaio 2012. I 76 operai dell’Argol, che dal 1° febbraio prossimo verranno licenziati poiché Alitalia-Cai riassorbirà l’attività da loro svolta, ma non loro in quanto lavoratori, sono entrati nella Palazzina RPU nell’area tecnica dell’aeroporto di Fiumicino, e si sono distesi davanti ai tornelli al piano terra, insieme alle rappresentanze sindacali.
 
Nell’attesa, hanno richiesto di parlare con l’amministratore delegato di Alitalia, Rocco Sabelli, per definire al più presto un tavolo di confronto con l’obiettivo di dirimere la questione, considerato che la stessa Alitalia-Cai, come comunicato dal portavoce dell’assessorato al Lavoro e Formazione della Regione Lazio, si è resa disponibile soltanto il prossimo 30 gennaio, di fatto un giorno prima del licenziamento collettivo in questione.
 
Ricordiamo la scelta, per così dire, pilatesca del ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, indifferente rispetto alle problematiche di questo licenziamento, definite come: : “… questioni tra aziende private”, che inoltre vedono anche la mancata applicazione della clausola di salvaguardia da parte di Alitalia-Cai, la quale nel frattempo ha provveduto a sostituire questi lavoratori con personale precario.

CUB - Confederazione Unitaria di Base
V.le Lombardia, 20 - 20131 Milano
Tel. 02 70631804 - Fax 02 70602409

 

 

FaceBook