<ANSA> - IMMIGRAZIONE: NOTTE ALL'ADDIACCIO SU TORRE A MILANO - IN 7 SONO SALITI IERI SERA PER PROTESTA - "La lotta è appena all'inizio - ha spiegato Youness Rhouma, tunisino, responsabile della Cub Immigrazione del capoluogo lombardo - permesso di soggiorno per chi ha perso il posto di lavoro e regolarizzare gli oltre 100 mila stranieri truffati nell'ultima sanatoria"

 

IMMIGRAZIONE: NOTTE ALL'ADDIACCIO SU TORRE A MILANO
IN 7 SONO SALITI IERI SERA PER PROTESTA
      

 (ANSA) - MILANO, 6 NOV - Hanno passato la notte all'addiaccio i sette extracomunitari che, ieri sera, a Milano, sono saliti per protesta su una torre al termine di un presidio organizzato per chiedere una sanatoria per gli stranieri.

   Stamani, secondo quanto riferito in Questura, tutti e sette gli stranieri si trovano ancora sulla torre, e la situazione viene monitorata da agenti della Digos.

   Si tratta di cinque egiziani, di un marocchino e di un argentino che ieri sera si erano staccati dal presidio in piazzale Maciachini, nella zona nord della città, ed erano saliti per continuare la protesta.

   Intanto in mattinata sotto la torre si è svolta una assemblea del 'Comitato immigrati in Italia', che insieme ad altre organizzazioni e al sindacato Cub, sostiene la lotta degli extracomunitari. Una trentina di persone ha poi allestito un presidio di solidarietà.

   "La lotta è appena all'inizio - ha spiegato Youness Rhouma, tunisino, responsabile della Cub Immigrazione del capoluogo lombardo -. Ci stiamo organizzando per sostenere chi sta protestando sulla torre. Abbiamo elaborato un documento con una serie di richieste come quella di allungare il permesso di soggiorno per chi ha perso il posto di lavoro e regolarizzare gli oltre 100 mila stranieri truffati nell'ultima sanatoria".

(ANSA).

FaceBook