<ANSA> MAFLOW; FLMU-CUB, BMW APPREZZA PRODOTTI MA TEME CONTI


   (ANSA) - MILANO, 30 NOV - ''Bmw continua ad apprezzare il
lavoro produttivo della Maflow e dei suoi lavoratori,
ma non
vuole farsi azzoppare dai dissesti finanziari causati dai
vertici di quest'azienda, attualmente in amministrazione
straordinaria (Legge Prodi)''. E' il messaggio lanciato da
Walter Montagnoli della FlmUniti, l'organizzazione dei
lavoratori metalmeccanici legata alla Confederazione unitaria di
base (Cub).
   Oggi si e' tenuto nella sede di via Boccaccio a Trezzano sul
Naviglio (Milano) un'assemblea aperta anche ai lavoratori e ai
delegati di altre industrie, oltre che ai rappresentanti delle
forze politiche e istituzionali.
   All'incontro ha partecipato il sindaco di Trezzano, i
rappresentanti della Regione Lombardia e delle istituzioni,
oltre a rappresentanze di altre aziende in crisi, dall'Innse
all'Esab.
   ''Oggi - ha spiegato Montagnoli - abbiamo fatto il punto
della situazione circa la strategia delle prossime iniziative
sul territorio, fino alla trasferta a Roma, in occasione
dell'incontro previsto presso il ministero delle Attivita'
produttive''.
Un incontro ancora da fissare.
   Venerdi' scorso i lavoratori della Maflow avevano manifestato
davanti alla sede della Bmw per chiedere ''il ripristino degli
ordinativi per le autovetture della Serie 1, della Serie 3 e
della Z4''.
Un'iniziativa, che, secondo Montagnoli, ''ha avuto i
suoi effetti''.
   All'assemblea di oggi e' stata invece ribadita la richiesta
dei lavoratori: ''mantenere lo stabilimento a Trezzano con i
suoi 330 addetti e contro un'idea di ammortizzatori sociali che
poco c'entra con una crisi di natura essenzialmente
finanziaria''.

 

 

FaceBook