FERROVIE: MACCHINISTA REINTEGRATO, HO FATTO IL MIO DOVERE <<ANSA>>

          
(ANSA) - ROMA, 26 OTT -
"Sono sereno perché resto convinto di aver fatto il mio dovere nell'interesse della sicurezza di tutti, ferrovieri, pendolari e tutti i cittadini". E' il commento a caldo - dopo la sentenza del giudice del lavoro di Roma che lo ha reintegrato - del macchinista delle Ferrovie Dante De Angelis, che è anche rappresentante lavoratori per la sicurezza. De Angelis era stato licenziato a causa dalle sue dichiarazioni in seguito all'incidente dell'Etr 'spezzato' a Milano nel luglio dello scorso anno.
   De Angelis è stato accolto da un centinaio di suoi sostenitori, in attesa della decisione del giudice davanti agli uffici di viale Giulio Cesare, che lo hanno accolto con scroscianti applausi. A loro (presente il comitato pendolari di Velletri e tanti ferrovieri e cittadini di ogni parte d'Italia) De Angelis ha assicurato che continuerà "a fare il suo lavoro, e se i compagni di lavoro lo vorranno, ad occuparmi di sicurezza".
   "E' una sentenza molto importante - hanno commentato i legali di De Angelis, gli avvocati Piergiovanni Alleva e Pierluigi Panici - perché restaura il diritto di espressione e
critica da parte dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza
e respinge la pretesa dell'azienda che voleva limitare questa libertà con l'idea che un eventuale, e in questo caso non esistente, errore nell'esercizio di un importante incarico possa comparare il licenziamento". 

(ANSA).

 

 

 

FaceBook