AMIANTO: ISPESL (Istituto Superiore per la Prevenzione e Sicurezza del Lavoro), IN ITALIA QUATTRO MILA MORTI L'ANNO PER L'ESPOSIZIONE ALL'AMIANTO - Occorre bandire l'amianto a livello internazionale. (ANSA)


AMIANTO: ISPESL, IN ITALIA QUATTRO MILA MORTI L'ANNO

(ANSA) - TAORMINA (MESSINA), 
In Italia quattro mila morti l'anno per esposizione all'amianto.
Lo denunciano i ricercatori Ispesl (Istituto Superiore per la Prevenzione e Sicurezza del Lavoro) durante la prima giornata della Conferenza Mondiale sull'amianto in corso a Taormina. ''Ma il dato e' destinato a crescere".
Tra il 2015-2018 e' previsto un picco di vittime'', aggiungono. ''Vogliamo sensibilizzare l'opinione pubblica - sottolinea il commissario straordinario dell'Ispesl Antonio Moccaldi - L'eta' media della diagnosi e' intorno ai 68 anni''.
 ''Uno degli obiettivi principali della conferenza - dice Federica Paglietti, ricercatrice Ispesl - e' quello di bandire l'amianto a livello internazionale per non creare discrepanze tra i paesi industrializzati e i paesi in via di sviluppo.
Intendiamo sollecitare interventi di bonifica e di prevenzione per la sicurezza e la salute dei lavoratori e degli ambienti di vita in quanto sono presenti in Italia piu' di 27 mila siti contaminati da amianto''.
(ANSA). 
 
01/10/2009 17:43

FaceBook