FIAT: ALFA ARESE; ASSEMBLEA CUB, NO ALLA CASSA INTEGRAZIONE - LAVORO: MILANO; CUB CONTRO SEA, 'LAVORATORI NON MARIONETTE' (ANSA)


(ANSA) - MILANO, 14 LUG
- ''Ferma opposizione'' alla cassa integrazione, ricollocamento di ingegneri e tecnici Fiat e uno stop ai tagli nella progettazione. Sono le richieste della FlmUniti-Cub che in mattinata ha convocato un'assemblea nella sede dell'Alfa Romeo di Arese (Milano), a cui hanno partecipato, secondo quanto affermato dal sindacato di base, un centinaio di dipendenti della casa automobilistica.
In base a quanto sostenuto dalla Cub, al momento sono 358 i dipendenti Fiat gia' in cassa integrazione ad Arese fino al 22 novembre, mentre sono 312 (270 impiegati e 42 operai) i lavoratori  cassintegrati nello stabilimento Mirafiori di Torino.
''Quasi tutti tecnici e ingegneri - ha detto Carlo Pariani, rappresentante del sindacato - perche' Fiat ha bloccato tutti i progetti, ha smesso di investire sulla gamma Alfa ed esiste la Possibilità a' sempre piu' concreta di dismissione anche nel ramo progettazione delle linee produttive''.
   I dipendenti dell'Alfa di Arese manifesteranno, ha spiegato il sindacalista,  con un presidio davanti ad Assolombarda a Milano in occasione dell'incontro con i vertici dell'industria automobilistica previsto per la fine di luglio.

15-LUG-09 13:29

 
*****************************************************************************************
 
(ANSA) - MILANO, 14 LUG
- Turni di lavoro anomali, niente pausa pranzo, piu' del 45% di lavoratori assunti part-time.
Sono le condizioni dei lavoratori Sea, la societàa' di gestione aeroportuale degli scali di Linate e di Malpensa, secondo la denuncia dalla Cub Trasporti.
 Nella nota del sindacato di base si parla di ''turni che iniziano alle 4, 4.30 e 5 di mattina per far risparmiare alla Sea le maggiorazioni notturne, oltre alla drastica diminuzione della presenza del turno di notte e al ricorso massiccio agli straordinari''
   Inoltre, secondo i Cub, ''nell'azienda ci sono centinaia di dipendenti part-time che pero' lavorano oltre 39 ore settimanali.
E dai dati forniti da Sea, il limite massimo di lavoratori a tempo determinato stabilito dal Contratto Collettivo Nazionale e' abbondantemente superato''.
Alla vigilia di una nuova trattativa, la nota del sindacato conclude che ''i lavoratori non sono marionette e i Cub non sono disponibili ad accettare l'ennesimo accordo contro di loro''

(ANSA).

14-LUG-09 17:39

 

 

 

 

FaceBook