(ANSA) - CONTRATTI: CUB, NONOSTANTE CRISI ACCORDI CON PASSI INDIETRO

 

  (ANSA) - MILANO, 23 GEN - ''Mentre si scaricano sui lavoratori sempre piu' pesantemente gli effetti della crisi, governo, padroni e sindacati collaborativi si accordano per ulteriori arretramenti''. E' il commento della Cub (Confederazione unitaria di Base) alla firma dei contratti collettivi.

   Per la Cub, ''tutto viene totalmente subordinato alle esigenze delle imprese, annullando l'autonomia del sindacato fino ad arrivare a descrivere un'architettura di controllo dei  comportamenti dei lavoratori. La Cub ha contrastato la concertazione che dal 1993 ha permesso che aumentassero i profitti e calassero verticalmente i salari e il loro potere d'acquisto: da oggi sara' necessario impegnarsi ancor piu' per respingere questo accordo, fortemente voluto da Confindustria, di riforma del modello contrattuale dando continuita' alla mobilitazione e alla lotta che ci ha visti protagonisti nei mesi scorsi''.

   ''L'accordo quadro - si legge in una nota della Cub - rappresenta un progetto autoritario e regressivo contro i diritti dei lavoratori e porta a compimento un percorso iniziato con la concertazione. I sindacati firmatari accettano il ruolo di agenti del mercato e delle  imprese''. (ANSA).

   (ANSA)

23-GEN-09

 

 

 

FaceBook