FIAT: ALFA ARESE; CUB, PRE-ACCORDO INACCETTABILE SINDACATO BASE INVITA LAVORATORI A BOCCIARE INTESA  

 

(ANSA) - MILANO, 20 APR – 

La Confederazione unitaria di base (Cub) giudica ''inaccettabile'' il pre-accordo sulla proroga della cassa integrazione, raggiunto ieri fra Fim-Cisl, Uilm-Uil e Fiom-Cgil, per i lavoratori dell' Alfa Romeo di Arese (Milano).  

Piergiorgio Tiboni, coordinatore nazionale del sindacato di base, afferma che ''per quattro denari si da' carta bianca alla Fiat per smantellare definitivamente Arese e inoltre e' evidente che il contenuto forte non sono i posti di lavoro, ma l' incentivo per chi si dimette a patto che rinunci ad agire contro Fiat''. 

Per la FlmUniti-Cub, che invita a bocciare domani l' intesa, il pre-accordo ''concede alla Fiat ancor piu' spazi per chiudere definitivamente Arese'' perche' ''conferma che i lavoratori sospesi dal dicembre 2002 se ne devono andare: infatti l' azienda li considera eccedenti strutturali non riassorbibili; alla Fiat viene concesso di chiamarsi fuori da ogni obbligo occupazionale; per i lavoratori in cigs c'e' solo destinazione esterna in aziende che s' insedieranno nell' area del polo della mobilita' sostenibile o in aziende municipalizzate del Comune di Milano''. 

''L' accordo in questione - conclude la Cub - quantifica in 265 i potenziali posti di lavoro offerti da luglio rispetto ai 483 lavoratori sospesi. La FlmUniti considera irrealistica la realizzazione di tale prospettiva, in quanto al momento nessuna delle aziende che dovrebbe insediarsi e' disponibile a firmare impegni sulle quantita' dei lavoratori da assumere ed i tempi entro i quali assumerli.

L' accordo con la Fiat poteva avvenire a patto che: fosse evitato lo smantellamento di Arese, fosse previsto il rientro degli operai e degli impiegati negli enti centrali, fosse garantito il lavoro ai lavoratori in Cigs e il sostegno al reddito per il periodo di Cigs; fossero delineati  progetti per garantire un futuro ai lavoratori di Arese nel polo Alfa-Maserati-Ferrari e nel polo della mobilita' sostenibile''.(ANSA)
 

FaceBook