LAVORO: PASTARITO; CUB DENUNCIA, POSTO SALVO CON MENO STIPENDIO
A RISCHIO 45 DIPENDENTI DI 5 RISTORANTI MILANESI

 
 
(ANSA) - MILANO, 16 SET - Doversi ridurre lo stipendio di quasi un terzo per continuare a lavorare: e' la situazione, denunciata dalla Confederazione unitaria di base (Cub), in cui  si trovano i 45 dipendenti di cinque ristoranti della catena  Pizzarito-Pastarito, a Milano. I cinque locali sono in piena crisi e uno di essi, quello di via Farini, ha gia' chiuso. Per i 45 lavoratori, quindi, e' stata aperta una procedura di mobilita', a causa delle difficolta' del gestore, la societàa' Ristogest Srl.


''L'azienda - ha dichiarato Ferdinando Maestroni, responsabile dell'ufficio vertenze della Cub - ha proposto di abbassare di 3-400 euro gli stipendi dei lavoratori che ora guadagnano dai 1.200 ai 1.400 euro. Noi siamo contrari. Esigiamo che tutti i lavoratori (in gran parte extracomunitari) vengano ricollocati. A stipendio pieno. Che peraltro in molti non ricevono da tempo, mentre altri vengono pagati saltuariamente con buoni-pasto''.

Il marchio Pastarito-Pizzarito e' controllato dalla Cir Food, holding che secondo Maestroni, gode di ottima salute. Secondo Maestroni ''sarebbero in corso delle trattative per cedere i cinque ristoranti a un altro gestore'' e ''sarebbe proprio quest'altra catena ad aver imposto, come condizione per il riassorbimento degli impiegati, l'abbassamento degli stipendi''.
Il prossimo incontro tra l'azienda e il sindacato e' previsto per martedi' prossimo.(ANSA).
 
 
2005-09-16 17:54:00

FaceBook