SIEMENS: CUB, 'SCIOPERO ALLA CARTA' CONTRO ESTERNALIZZAZIONI SINDACATO BASE DENUNCIA CESSIONE INVALIDI E SINDACALISTI

(ANSA) - MILANO, 8 OTT - Astenersi dal lavoro, a scelta, un minuto al giorno, oppure 15, 30 o 45 minuti, o incrociare le braccia un'ora, 4 o 8 ore in una giornata lavorativa. E' questa la singolare forma di lotta, definita 'sciopero alla carta', che e' stata indetta dalla Confederazione unitaria di base (Cub) nell'intero gruppo Siemens per protestare contro le esternalizzazioni della multinazionale.


In particolare, il sindacato di base protesta per la cessione di 37 lavoratori dallo stabilimento di Cassina de' Pecchi, dove si producono ponti radio, alle societàa' Tnt Logistic e alla Arco Wave del gruppo Compel (alla prima sono stati spostati 30 lavoratori, alla seconda 7) e perche' ''sono stati esternalizzati con intenti punitivi due delegati sindacali, uno della FlmUniti-Cub tra l'altro invalido e uno della Fim-Cisl e inoltre un secondo disabile''.


''Nel gruppo dei sette ceduti alla Arco Wave, provvedimento grave per tutti perche' si rischiano licenziamenti - denuncia Angelo Pedrini, della Cub - vi e' un anche nostro delegato: Tonino Vetrano che e' un disabile e uno dei nostri militanti piu' attivi e capaci. Ora e' stato passato da un'azienda di mille persone a una che con i 7 della Siemens arriva a 10''.


Per questo motivo - ha reso noto la Cub - lo sciopero e' stato indetto a tempo indeterminato a partire da lunedi' scorso ed e' stato proclamato nel gruppo Compel proprietario di Arco Wave. La protesta e' partita dallo stabilimento di Cassina de' Pecchi, nella scorsa settimana durante la mobilitazione per il rinnovo del contratto nazionale, e da lunedi' prossimo si estendera' a tutto il gruppo Siemens.


''Il paradosso - ha concluso Pedrini - e' che la Siemens sta acquistando un reparto specializzato in sistemi informativi dell'ospedale San Raffaele dove lavorano 38 persone in via di cessione alla multinazionale. Abbiamo fatto una protesta giovedi' scorso davanti al nosocomio per solidarizzare con i loro impiegati e stiamo organizzando altre iniziative congiunte''.   
 
(ANSA).
2005-10-08

FaceBook