Tra Linate e Malpensa gli operai e gli addetti dell’handling sono sul piede di guerra
Mobilitazione dei lavoratori nelle vertenze sui servizi di terra per Alitalia e Neos. A Linate arriva anche il sindaco di Milano Sala

Le vertenze Alitalia e Neos agitano le acque negli aeroporti di Milano, a Linate e Malpensa.
I lavoratori di Airport Handling hanno fatto sentire la loro voce a Linate, sostenuti da tutte le sigle sindacali, preoccupati per il ricorso di Alitalia a lavoratori interni e a precari. «Dopo aver chiesto che una delegazione di lavoratori potesse parlare all’assise organizzata da Assolombarda sotto l’hangar dell’aeroporto, esprimendo così le proprie rivendicazioni, si è ottenuto un incontro con il sindaco di Milano G. Sala e con il presidente di Sea la dott.ssa Castelli» dice Renzo Canavesi, della Cub.
«Il sindaco Sala, preso atto della situazione che grava sugli aeroporti milanesi, si è impegnato a organizzare in un brevissimo lasso di tempo, un incontro a palazzo Marino, sede del comune di Milano, con la ministra dei trasporti De Micheli e le organizzazioni sindacali».
«Come Cub trasporti, pur esprimendo gratitudine per l ‘intervento del sindaco Sala e della dott.ssa Castelli, ribadiamo che la lotta dei lavoratori di Airport Handling e di tutti i lavoratori degli scali milanesi continuerà affinché tutti i posti di lavoro e condizioni salariali e normative saranno garantiti.
In contemporanea alla manifestazione di Linate, all’Enac di Malpensa si è tenuto l’incontro – già annunciato settimana corsa – per l’applicazione della clausola sociale di sito, per i servizi di handling della compagnia Neos. «Nei prossimi giorni presso Enac seguiranno altri incontri, come Cub Trasporti ribadiamo che operazioni per ridurre salario e diritti tramite società che subappaltano il lavoro non possono essere accettate dai lavoratori».
di Redazione
Pubblicato il 12 Ottobre 2020

 


https://www.varesenews.it/

FaceBook