FLAICA Uniti CUB Napoli: dichiarato lo stato di agitazione dei lavoratori della A2A nell'inceneritore di Acerra (NA).


Dopo diversi richieste di tentativi di dialogo per risolvere le problematiche presenti nell'Impianto dell'inceneritore di Acerra (NA) gestito dalla A2A, puntualmente ignorati dalla società, la scrivente si è visto costretta a dichiarare lo stato di agitazione per denunciare le numerose a suo avviso carenze in materia di sicurezza del lavoro che i lavoratori devono affrontare nel lavoro quotidiano.

Risulta evidente che tale situazione potrà purtroppo arrecare ritardi nella gestione dei rifiuti, visto che i lavoratori da oggi eseguiranno le procedure di sicurezza in forma regolare, attenendosi scrupolosamente come previste dalla normativa vigente in materia della sicurezza di lavoro. Nella speranza che davanti all'autorità competenti si possa risolvere la situazione di disaggio il prima possibile, la scrivente non esclude che si persisterà il problema, si possa arrivare allo sciopero di tutti lavoratori dell'inceneritore dopo le feste natalizie.
.
Napoli 11/12/2019

FLAICA UNITI CUB Napoli

 

 

Acerra (Na) – Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa di Flaica Uniti Cub Napoli che ha dichiarato lo stato di agitazione dei lavoratori della A2A nell’inceneritore di Acerra. “Dopo diversi richieste di tentativi di dialogo per risolvere le problematiche presenti nell’Impianto dell’inceneritore di Acerra (NA) gestito dalla A2A, puntualmente ignorati dalla società, la scrivente si è visto costretta a dichiarare lo stato di agitazione per denunciare le numerose a suo avviso carenze in materia di sicurezza del lavoro che i lavoratori devono affrontare nel lavoro quotidiano.

Risulta evidente che tale situazione potrà purtroppo arrecare ritardi nella gestione dei rifiuti, visto che i lavoratori da oggi eseguiranno le procedure di sicurezza in forma regolare, attenendosi scrupolosamente come previste dalla normativa vigente in materia della sicurezza di lavoro.

Nella speranza che davanti all’autorità competenti si possa risolvere la situazione di disaggio il prima possibile, la scrivente non esclude che si persisterà il problema, si possa arrivare allo sciopero di tutti lavoratori dell’inceneritore dopo le feste natalizie”.

LINK al giornale ONLINE anteprima24

 

link ad articolo online di belvedere-news

FaceBook