Progetto per la realizzazione di CUB-Immigrazione GENOVA 
Il progetto nasce dall’incontro con l’Associazione degli immigrati senegalesi.


L’associazione
nasce lo scorso anno come strumento di lotta che la comunità degli immigrati senegalesi decide di dotarsi per meglio rispondere alle esigenze di coordinamento e di mobilitazione sui temi della repressione e della solidarietà, indispensabili per dare risposte politiche a condizioni di vita e di lavoro sempre più difficili nella nostra città. 
Clamorose e comparse più volte sui giornali, le manifestazioni di piazza che hanno visto i senegalesi di Genova impegnati, con successo, per difendere una casa del centro storico dalla quale arbitrariamente il proprietario con la complicità del Comune voleva sfrattarli e i ripetuti cortei e presidi davanti al tribunale per ottenere la liberazione di immigrati ingiustamente arrestati. 
In questi casi i Senegalesi di Genova si sono dimostrati fuor di dubbio la componente più combattiva, determinata ed unita tra tutte quelle presenti in città.  
Le mobilitazioni di cui sopra e le assemblee, sempre molto partecipate, hanno visto la presenza dei nostri compagni che, portando la solidarietà del sindacato e sostenendo le istanze di lotta e di organizzazione che venivano espresse, hanno fatto diventare la CUB un interlocutore affidabile ed un partner con il quale dialogare non solo sull’emergenza ma anche e soprattutto sul futuro e sulla praticabilità di istanze e rivendicazioni di più ampio respiro che interessano gli immigrati ma anche tutta la città. 
La lotta per un miglioramento delle condizioni materiali di vita degli immigrati infatti non può essere vista come un episodio che riguarda esclusivamente gli immigrati perchè forte è l’intreccio con il territorio, con la produzione e la distribuzione della ricchezza nella nostra città e con l’impatto dei progetti di sviluppo che ci riguardano tutti. 
Da questo intreccio di relazioni nasce il progetto di costituzione di CUB immigrazione a Genova. 
Sono stati presi contatti con i compagni di CUB immigrazione di Milano che hanno assicurato il loro sostegno per concorrere alla formazione dei nostri compagni ed in particolare Sabato 15 ottobre un gruppo di noi andrà a Milano per un primo momento di confronto. 
L’assemblea dell’Associazione ha indicato due compagni (una compagna ed un compagno) che, sostenuti dalla comunità, si dedicheranno a tempo pieno allo sportello, a tutte le esigenze di CUB immigrazione e che inizieranno un percorso formativo. 
Organizzazione 
CUB immigrazione si organizza attraverso un pacchetto di proposte utili a dare risposte alle domande ricorrenti degli immigrati. 
sportello gratuito aperto agli immigrati in grado di fornire la consulenza “base” agli stranieri e selezionare le richieste dell’utenza
(due giorni alla settimana) 
scuola per stranieri  Da oltre tre anni funziona in CUB con successo un corso di base per l’apprendimento della lingua italiana frequentato da stranieri di diversa provenienza e formazione. Visto il successo dell’iniziativa il corso verrà confermato e forse ampliato. E’ allo studio la creazione di un secondo livello di formazione che potremmo definire di perfezionamento.
(due giorni alla settimana) 
Consulenza legale Stiamo proponendo agli avvocati conosciuti da noi ed a quelli già in contatto con l’Associazione di aderire al progetto.
Riteniamo che gli sportellisti, che svolgono un’azione di filtraggio delle problematiche poste dagli immigrati che necessitano di assistenza legale, dovranno avere un contatto diretto costante con gli avvocati. 
Formazione Oltre alla formazione di base che coinvolgerà in prima battuta il gruppo di compagni ed in particolare gli sportellisti, avvieremo un percorso di auto formazione con lo scopo di meglio definire le caratteristiche e le risorse del territorio attraverso workshop tematici.
A questo proposito l’Associazione ha intenzione di promuovere la realizzazione (in primavera ?) di un Convegno sull’immigrazione a Genova   
OTTOBRE 2005
 

FaceBook